Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

United, Park dice basta: “Non cantate più quel coro, è offensivo. In Corea non mangiamo più i cani”

ABU DHABI, UNITED ARAB EMIRATES - FEBRUARY 01: Former South Korean international Park Ji-sung presents the trophy before the AFC Asian Cup final match between Japan and Qatar at Zayed Sports City Stadium on February 01, 2019 in Abu Dhabi, United Arab Emirates. (Photo by Koki Nagahama/Getty Images)

L'ex calciatore e idolo dei tifosi del  Manchester United  ha chiesto ai propri fan di smettere di cantare il coro che hanno pensato per lui

Redazione Il Posticipo

Ji-sung Park ha detto "No". L'ex calciatore e idolo dei tifosi del  Manchester United  ha chiesto ai propri fan di smettere di cantare il coro che hanno pensato per lui. Come riportato dal podcast pubblicato sul sito ufficiale del club, la richiesta nasce per non alimentare uno stereotipo negativo sulla sua nazione.

CANI - Questione legata ai... cani. Una strofa del coro richiama l'usanza del paese orientale di cibarsi della carne canina. Park ha specificato di sapere benissimo che i tifosi non intendono offenderlo cantando la canzone, ma ha spiegato come quel coro potrebbe assumere un connotato discriminatorio per  i suoi compatrioti. "Sono perfettamente consapevole che i tifosi dello United non hanno alcuna intenzione offensiva quando intonano quel coro, ma devo comunque invitare i tifosi fan a non ripeterlo perché potrebbe essere considerato discriminatorio per la gente del mio paese".

ABU DHABI, UNITED ARAB EMIRATES - FEBRUARY 01: Former South Korean international Park Ji-sung presents the trophy before the AFC Asian Cup final match between Japan and Qatar at Zayed Sports City Stadium on February 01, 2019 in Abu Dhabi, United Arab Emirates. (Photo by Koki Nagahama/Getty Images)

AMATISSIMO - Park è amatissimo dai tifosi dello United. Ribattezzato "tre polmoni" per la sua enorme propensione alla corsa, ha vinto quattro Premier, una Champions e un mondiale per club con la maglia dei red devils, ma è disposto a rinunciare al coro per lui. "Ascoltare i tifosi che continuano a cantare per me dopo 10 anni mi riempie di gioia, ma non posso esimermi dalla responsabilità di proteggere i giovani coreani che sono ancora discriminati".

DISAGIO -  L'esterno sottolinea come il percorso di cambiamento passi anche per i piccoli gesti. "Non vorrei che l'immagine di mangiatori di cani sia associata a ragazzi già in difficoltà. Non voglio creare disagio. Fra l'altro in Corea sono cambiati usi e costumi, anche dal punto di vista alimentare. Non posso negare che negli anni abbiamo consumato carne di cane ma adesso non è più così. Anzi le giovani generazioni non amano neppure cibarsene. Percepisco perfettamente l'amore dei tifosi ma vorrei, davvero, che smettessero di intonare quel coro. Sarebbe il caso di non sentirlo più. Mi mette in difficoltà".  Tramite il canale ufficiale, il Manchester United ha già fatto sapere di sostenere pienamente i commenti di Ji-sung ed esortato i fan a rispettare i suoi desideri.