Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

senza categoria

Suarez perplesso: “Mi stupisce che si voglia giocare la Copa America in Argentina”

(Photo by Fran Santiago/Getty Images)

Il fresco campione di Spagna, è arrivato in Uruguay con la sua famiglia e si è immediatamente aggregato alla  celeste per il doppio appuntamento delle qualificazioni in Sudamerica

Redazione Il Posticipo

Luis Suárez, fresco campione di Spagna, è arrivato in Uruguay con la sua famiglia e si è immediatamente aggregato alla  celeste per il doppio appuntamento delle qualificazioni in Sudamerica. Il calciatore è atterrato a Montevideo con un discreto carico di bagagli. Anche perché la permanenza oltreoceano sarà abbastanza lunga. Oltre alle qualificazioni i prossimi mondiali il pistolero dovrà affrontare, come ha accolto con stupore, anche la coppa America.

STUPORE - A proposito, riguardo allo storico torneo continentale sudamericano, Suárez ha espresso diverse perplessità. "Siamo in una situazione difficile a livello mondiale a causa del coronavirus. E l'Argentina  è uno dei paesi più coinvolti con una situazione sanitaria piuttosto complicata. L'ida che si giochi dovrebbe richiamare l'attenzione. E anche che la Copa America si disputi in quel paese è abbastanza discutibile. Tuttavia, se questa è la realtà, dobbiamo adeguarci.  Adesso, ciò che dobbiamo fare è affrontare la situazione nel miglior modo possibile. Non dobbiamo pensarci, anche se in realtà dovresti dare priorità alla salute dell'essere umano prima di un torneo di calcio".

SPOSTAMENTO -  La Copa América inizierà il  13 giugno in doppia sede, Argentina e Colombia, ma la situazione sociale che si respira nel paese andino ha spinto la Conmebol a cambiare sede. L'Argentina è rimasta l'unica sede al momento, ma anche la situazione sanitaria locale ha messo in dubbio lo svolgimento della competizione. Si è anche ventilata l'ipotesi che il Cile sostituisca la Colombia ma non vi sono state conferme. Se la situazione dovesse degenerare, resta l'asso della manica. Spostare tutti  negli Stati Uniti, dove si è già disputata l'edizione extra del 2016.

ENTUSIASTA - In attesa di conoscere dove, Suarez porta nel bagaglio anche un carico eccezionale in vista delle qualificazioni. L'entusiasmo di una vittoria insperata quanto gradita. "Da un punto di vista emotivo, sono carico. Mi spiace che non vi sia Cavani (squalificato), so bene quanto tenga e cosa significhi per la nazionale la sua presenza. Ma sa calciatore devo pensare solo ai rivali che giocano adesso". Per la cronaca, l'Uruguay giocherà contro il Paraguay al Centenario.