Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

senza categoria

Solskjaer: “Deluso. Siamo arrivati a un calcio di rigore dal trofeo. Non è una buona stagione”

MANCHESTER, ENGLAND - JANUARY 24: Paul Pogba of Manchester United and Ole Gunnar Solskjær, Manager of Manchester United interact as Jurgen Klopp, Manager of Liverpool makes their way across the pitch after The Emirates FA Cup Fourth Round match between Manchester United and Liverpool at Old Trafford on January 24, 2021 in Manchester, England. Sporting stadiums around the UK remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Laurence Griffiths/Getty Images)

Il tecnico norvegese rimanda ancora l'appuntamento con la vittoria. Neanche il 26 maggio, il suo giorno fortunato, è stato sufficiente a spezzare l'incantesimo.

Redazione Il Posticipo

Solskjaer, la maledizione continua. Il tecnico norvegese rimanda ancora l'appuntamento con la vittoria. Neanche il 26 maggio, il suo giorno fortunato, è stato sufficiente a spezzare l'incantesimo. Quattro semifinali perse con lo United e una finale scivolata via dopo i calci di rigore. Non è bastata una precisione chirurgica dal dischetto.  Dopo la serie di rigori, il risultato era ancora inchiodato sulla parità. De Gea non è riuscito a fare con i piedi ciò che avrebbe potuto con le mani. E così l'ultimo successo internazionale dei Red Devils resta quello del 2017 con Mourinho. Da allora, solo amarezze. E la sensazione che al tecnico norvegese manchi sempre qualcosa.

INCARTATO - Se c'è un capo d'accusa, è nella... premeditazione. Solskjaer sapeva benissimo che il Villarreal avrebbe provato a incartare la partita costringendo i Red Devils a cercare soluzioni alternative che non sono state trovate. Il gol di Cavani è stato casuale. Molto meno, quello subito ancora una volta da calcio piazzato. Quanto basta per aprire un processo. Il tecnico ha parlato ai microfon di di BT Sport. "Siamo delusi, ma il calcio è anche questo. Dobbiamo ancora imparare da una sconfitta. Ricordarci di non voler più assaporare questa sensazione. Siamo arrivati ai calci di rigori e non dovevamo. Non siamo riusciti a giocare come volevamo. Abbiamo iniziato bene e subito gol sul loro unico tiro in porta. Dopo il pari però  non abbiamo controllato la partita né abbiamo dominato come volevamo".

MERITO - Merito anche del Villarreal. "Ci hanno reso le cose difficili, hanno chiuso gli spazi. Non è il momento di puntare il dito su quello che avremmo dovuto o averi dovuto fare diversamente. Ma è evidente che quando esci senza il trofeo non hai fatto tutto bene. Ci stiamo avvicinando sempre di più e meglio al successo. Eravamo a un calcio di distanza da un trofeo.  Dobbiamo avere la voglia di tornare l'anno prossimo e migliorare. L'unico modo per ottenere i margini dalla tua squadra è lavorare di più e meglio. Non è comunque una buona stagione. Siamo stati vicini a vincere ma occorre alzare qualche trofeo per parlare di buona stagione".