Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

senza categoria

Solskjaer e CR7: “So come gestirlo. La 7? Ha chiamato Edinson e…”

Solskjaer e CR7: “So come gestirlo. La 7? Ha chiamato Edinson e…”

Tutto è pronto per il Cristiano Ronaldo 2.0 a Manchester, sponda United. L’esordio del fuoriclasse portoghese è stato garantito anche da Solskjaer. Le sue parole in conferenza stampa sono riprese dal Manchestereveningsnews “Tutti si...

Redazione Il Posticipo

Tutto è pronto per il Cristiano Ronaldo 2.0 a Manchester, sponda United. L'esordio del fuoriclasse portoghese è stato garantito anche da Solskjaer. Le sue parole in conferenza stampa sono riprese dal Manchestereveningsnews "Tutti si evolvono durante la loro carriera, Cristiano è in ottima forma e cercherà di giocare e segnare ancora nei prossimi anni".

EVOLUZIONE - Un Ronaldo totalmente diverso rispetto a qualche anno e quasi irriconoscibile se confrontato ai primi anni allo Unire: "Nessuno ha, al momento, tutte le sue abilità nel proprio bagaglio tecnico. Adesso è uno dei calciatori migliori che sia mai sceso in campo nella storia del calcio. Ha cambiato il suo gioco, lo ha migliorato. Non tocca mai troppe volte il pallone, non esegue un solo movimento inutile, non si perde in dribbling, è diventato uno straordinario finalizzatore e, soprattutto, ha velocità di pensiero ed esecuzione. Se calcia, centra al 99 per centro lo specchio della porta, anche da fuori area".

 MANCHESTER, ENGLAND - FEBRUARY 11: Ole Gunnar Solskjaer, Interim Manager of Manchester United looks on during a training session ahead of their UEFA Champions League Round of 16 match against Paris Saint-Germain F.C. at Aon Training Complex on February 11, 2019 in Manchester, England. (Photo by Jan Kruger/Getty Images)

GESTIONBE - Anche lo spogliatoio lo ha accolto alla grande. "C'è grande ammirazione per CR7, ma anche lui è un ragazzo di straordinaria umanità. Per quanto riguarda la questione legata al numero, ha telefonato a Edison e si sono parlati con grande rispetto l'uno per l'altro. Edinson, che ha vissuto una stagione altrettanto straordinaria, gli ha dato volentieri la maglia. Il loro rapporto rende bene l'idea di quali uomini, prima ancora che calciatori". L'ultimo aspetto, ma non certo il meno importante, è legato alla gestione. "Ci conosciamo bene, siamo stati anche compagni di squadra, non c'è bisogno che gli dica cosa fare, è già determinato ad essere il migliore. C'è del rispetto reciproco. Cristiano sa che devo prendere delle decisioni. Mi impegnerò nel gestirlo in modo da trarre il massimo ogni qualvolta scendere in campo. Ho visto Ryan Giggs giocare sino ai 40 anni e non si sorprenderei affatto se ci riuscisse anche Cristiano".