Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

senza categoria

Raul, possibile ritorno in Germania: sulla panchina dell’Eintracht

MANCHESTER, UNITED KINGDOM - APRIL 19:  CHAMPIONS LEAGUE 99/00, Manchester/ENG; MANCHESTER UNITED - REAL MADRID 2:3; JUBEL RAUL/MADRID  (Photo by Andreas Rentz/Bongarts/Getty Images)

Il calciatore che ha scritto gli anni a cavallo fra il XIX e il XX con la maglia del Real Madrid, sarebbe pronto al grande salto fra i grandi.

Redazione Il Posticipo

Un altro grande del passato potrebbe trovare una panchina. Secondo quanto riportato da Goal.com edizione tedesca, il futuro di Raúl González Blanco, il calciatore che ha scritto gli anni a cavallo fra il XIX e il XX con la maglia del Real Madrid, sarebbe pronto al grande salto fra i grandi. Il suo futuro potrebbe essere in Bundesliga. Specificatamente a Francoforte.

SALTO -  Per Raul sarebbe un salto importante, ma non nel buio L'ex gloria del Real ha già accumulato un po' di esperienza in panchina, alla guida della Castilla, la squadra giovanile del Real. Secondo quanto rimbalza dalla Germania, Raul è in cima alla lista della dirigenza dell'Eintracht, ormai rassegnata all'addio di Adi Hutter in procinti di assumere la guida del Borussia Monchengladbach. La trattativa per portare Raul in Germania, fra l'altro, sarebbe già avviata.

FIDUCIA - Ci sarebbe già stato un primo contatto tra la squadra tedesca e la leggenda del Real Madrid. Allo status quo le trattative sarebbero state rinviate alla seconda metà di questo mese di maggio a causa degli impegni sportivi molto importanti che l'Eintracht e lo stesso Raul dovranno affrontare nelle prossime settimane. L'Eintracht è in corsa per un posto in Champions League, inseguita per tutta la stagione e messa a repentaglio proprio nelle ultime giornate. Ed anche Raul ha il suo bel da fare. Il suo Real Madrid B è impegnato per raggiungere gli spareggi per la promozione in seconda divisione.

RITORNO - Quando e se lo sbarco di Raul sarà ufficiale, si potrà parlare di ritorno. Raul del resto non è nuovo a esperienze in Germania, dove ha giocato da calciatore nello Schalke dopo aver lasciato la capitale spagnola. Nove anni dopo, potrebbe tornare in Bundesliga da allenatore. O addirittura ambire alal panchina del Real qualora Zidane lasciasse a fine stagione. L'unica certezza è che il lavoro svolto in Castilla non è passato inosservato. Ed è opinione comune, non solo in Germania, che  Raúl sia il profilo perfetto per continuare a dare continuità a un progetto che si basa su talenti da valorizzare e giocatori da rivalutare.