Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

senza categoria

Qatar 2022, Van Dijk: “Volevo indossare la fascia ma non potevo iniziare la partita con una ammonizione…”

Qatar 2022, Van Dijk: “Volevo indossare la fascia ma non potevo iniziare la partita con una ammonizione…” - immagine 1
Giornata caratterizzata dai diritti umani. I giocatori dell'Iran non hanno cantato l'inno. La FIFA ha praticamente imposto di non utilizzare la fascia color arcobaleno a difesa delle comunità LGBT, pena un cartellino giallo. Van Dijk ha dunque...

Redazione Il Posticipo

Il cammino della nazionale olandese per vincere il Mondiale è iniziato con qualche difficoltà. Gli Orange sono stati messi a lungo in difficoltà dai campioni d'Africa del Senegal ma hanno comunque incamerato i primi preziosissimi punti nel girone. Sontuosa, la prova di uno di Virgil Van Dijk protagonisti più attesi. Il centrale del Liverpool ha anche spiegato perché ha rinunciato ad indossare la fascia di capitano One Love. Le sue dichiarazioni sono riprese da NOS.

DETERMINATA

—  

Olanda che è apparsa molto determinata nella ricerca della vittoria, ma anche un po' troppo confusionaria. "Abbiamo sempre creduto di poter vincere la partita, sperando che alla lunga la maggiore qualità avrebbe premiato il nostro sforzo. Il Senegal è una squadra molto fisica, ci ha costretto a forzare un po' troppo la giocata alla ricerca del vantaggio e questo ci ha portato a commettere diversi errori in fase di impostazioni e a farci sorprendere in velocità quando abbiamo perso il pallone nella nostra metà campo. Non si deve ripetere anche perché l'Ecuador è una squadra abilissima a ripartire negli spazi. Ho però la sensazione che da questo momento in poi si possa solo migliorare".

Qatar 2022, Van Dijk: “Volevo indossare la fascia ma non potevo iniziare la partita con una ammonizione…” - immagine 1

DIRITTI UMANI

—  

Giornata caratterizzata dai diritti umani. I giocatori dell'Iran non hanno cantato l'inno. La FIFA ha praticamente imposto di non utilizzare la fascia color arcobaleno a difesa delle comunità LGBT, pena un cartellino giallo. Van Dijk ha dunque rinunciato e ha indossato quella con la scritta "no alla discriminazione". Ha poi spiegato cosa lo ha portato alla scelta.  "Ero pronto a indossare la fascia, esattamente come a prendere posizione ma iniziare la partita con una ammonizione addosso non è molto conveniente, specialmente per un difensore centrale. Chiaramente mi sarebbe piaciuto indossare la fascia One Love ma non posso farlo a tutti i costi. Mi dispiace davvero che non sia stato possibile, ma sono qui in primo luogo come calciatore e dunque non avevo altra scelta".