calcio

Premier, striscione contro il fondo arabo in Crystal Palace – Newcastle, la polizia indaga

LONDON, ENGLAND - OCTOBER 23: A banner relating to the owners of Newcastle United is seen in the home end during the Premier League match between Crystal Palace and Newcastle United at Selhurst Park on October 23, 2021 in London, England. (Photo by Justin Setterfield/Getty Images)

Caso che farà discutere in Premier.

Redazione Il Posticipo

Caso che farà discutere in Premier. Come riportato dal Telegraph, durante la sfida fra Crystal Palace e Newcastle (per la cronaca il match si è chiuso 1-1) alcuni tifosi della squadra londinese si sono resi protagonisti di un gesto che sarà passato al vaglio dalla polizia londinese. Da un settore è stato esposto un  grande striscione denigratorio nei confronti della proprietà del Newcastle United. Preso di mira l'amministratore anche l'amministratore delegato della Premier League Richard Masters responsabile, agli occhi dei tifosi, di aver firmato la controversa acquisizione.

DUBBIO  GUSTO - Lo striscione è di dubbio gusto. Una vignetta con un membro del Saudi Public Investment Fund - che brandisce una spada in piedi dietro la gazzella, simbolo del club bianconero. Master invece è sopra una pozza di sangue, tiene in mano un braccialetto della pace strappato e ha un sacco di denaro. E infine un test con dei check su diversi reati contestati allo stato arbao. Basta e avanza per scatenare un caso diplomatico. E la polizia sta indagando. "Sabato 23 ottobre la polizia ha ricevuto una segnalazione di uno striscione offensivo mostrato dai fan del Crystal Palace. Gli agenti stanno valutando le informazioni e stanno conducendo indagini. Qualsiasi accusa di offesa di stampo razzista sarà presa molto sul serio".

LONDON, ENGLAND - OCTOBER 23: A banner relating to the owners of Newcastle United is seen in the home end during the Premier League match between Crystal Palace and Newcastle United at Selhurst Park on October 23, 2021 in London, England. (Photo by Justin Setterfield/Getty Images)

NEWCASTLE - La dirigenza del Newcastle United, Amanda Staveley e Mehrdad Ghodoussi, era sugli spalti prima della partita e non è la prima volta che devono affrontare situazioni del genere. Anche fra gli stessi tifosi. Nella sfida casalinga contro il Tottenham, che ha segnato l'esordio della nuova proprietà,  tanti tifosi sin sono presentati al St James e hanno indossato il turbante, scatenando delle critiche legate a usi e costumi dell'Arabia Saudita che ha anche spinto il club a diramare una nota distensiva.  "I nuovi proprietari sono stati travolti dall'accoglienza della comunità locale, dopo l'acquisizione del club due settimane fa. Coloro che desiderano sostenere il club possono farlo indossando abiti di ispirazione culturale appropriati".