Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Pellissier, che inizio con la Clivense: i mussi volano a punteggio pieno

CHIAVARI, ITALY - JULY 03: Sergio Pellissier sports manager and former captain of Chievo Verona looks at his phone before the Serie B match between Virtus Entella and Chievo Verona on July 3, 2020 in Chiavari, Italy. (Photo by Paolo Rattini/Getty Images for Lega Serie B)

La squadra dell'ex calciatore del Chievo è neonata ma già corre...

Redazione Il Posticipo

La Clivense di Sergio Pellissier, dal gradino più basso del calcio con orgoglio. Più che una squadra è un crogiolo che riunisce tante anime diverse legate dal comune denominatore della passione per il calcio. Mai come in questo caso, la frase "a prescindere dalla categoria" non è un abuso. Anzi. In questo club, neonato ma che ha già imparato a correre, convivono studenti, professori di matematica, dentisti ed altri elementi che hanno solo visto, e anche abbastanza da lontano, il calcio che conta. Pellissier li ha fatti sentire importanti ed adesso passa alla cassa con gli interessi. Il presidente della Clivense, dopo aver scritto da calciatore la storia del Chievo, prova a rimettere le ali ai mussi volanti. Le sue parole sono riprese da Sky Sport.

PRESIDENTE - Calciatore, dirigente, presidente. Pellissier ha già ben in mente la sua carriera una volta appese le scarpe al chiodo. "Mi fa strano essere presidente. Ormai le ho fatte tutte, mi manca solo l'allenatore e sono a posto. L'idea nasce per avere quella squadra e tutto quello che avevo avuto nella mia carriera a Verona. Sognavo una squadra che avesse lo stesso spirito e la stessa passione di crescere insieme a tutti quelli che volessero partecipare. E così è iniziata una nuova avventura, mi piace molto poter rivivere tutti i miei tempi".

PASSIONE -  Quattro partite e altrettante vittorie, otto gol fatti e nessun subito nel girone B di Terza Categoria veronese. Anche a piccole quote,  Mussi... volano.  "Sta andando bene, è un progetto che mi è venuto di getto. Sto scrivendo un nuovo capitolo, è bello rivivere qualcosa che mi riporta ai bei tempi trascorsi a Verona. Se raccontassimo da dove vengono e cosa fanno questi ragazzi e perché sono venuti è davvero una storia di passione".

GIOCATORI - Tantissime, le storie da raccontare. "C'è gente che ha lasciato il lavoro solo per giocare con noi Alcuni si sono presentati al provino e quando hanno scoperto di essere stati presi hanno aderito con uno straordinario attaccamento alla maglia. Vedo ragazzi che hanno voglia di giocare a calcio e dare soddisfazioni anche giocando a tanta gente. Adoro l'entusiasmo che genera questa maglia, mi ricorda quando scendevo in campo".