Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

senza categoria

Mbappé: “Ho detto che avrei dato tutto per il PSG lo farò anche al ritorno”

PARIS, FRANCE - FEBRUARY 15: Kylian Mbappe of Paris Saint-Germain celebrates after their sides victory during the UEFA Champions League Round Of Sixteen Leg One match between Paris Saint-Germain and Real Madrid at Parc des Princes on February 15, 2022 in Paris, France. (Photo by Shaun Botterill/Getty Images)

Doveva essere decisivo. Lo è stato. E promette di esserlo anche al ritorno

Redazione Il Posticipo

L'uomo del desiderio del Real Madrid gioca ancora nel PSG e si sente. Mbappé sposta gli equilibri della qualificazione verso Parigi. Un gol straordinario decide il match del Parco dei Principi dimostrando di essere totalmente sul pezzo come ribadito a caldo al termine della sfida. Le parole dell'attaccante francese sono riprese da SkySport. 

DECISIVO - Doveva essere decisivo. Lo è stato. "Sicuramente volevamo essere pronti per questa grande serata, è stata una partita da sogno in una partita che tutti avrebbero voluto giocare. Volevamo attaccare sin da subito senza farci prendere dalla frenesia frenesia. Siamo contenti di aver portato a casa questa leggero vantaggio in vista della prossima partita, adesso abbiamo rituffarci sul campionato e poi concentrarci sul ritorno. C'è desiderio di giocare un'altra bella partita il 9 marzo per regalarci altre serate europee".

PARIS, FRANCE - FEBRUARY 15: Kylian Mbappe of Paris Saint-Germain celebrates after their sides victory during the UEFA Champions League Round Of Sixteen Leg One match between Paris Saint-Germain and Real Madrid at Parc des Princes on February 15, 2022 in Paris, France. (Photo by Shaun Botterill/Getty Images)

CHE GOL - Un gol da campione. Assolutamente cercato e voluto. "Avevo fiducia di realizzare quel che ho pensato. C'erano due giocatori, ma avevo comunque dello spazio, un difensore è rientrato mi sono infilato. Ho scelto dove andare e ho piazzato il pallone alle spalle di Courtois". Un gol a quel che potrebbe essere il "suo" Real. Mbappé non ha sentito alcuna pressione pur non negando un possibile addio a fine stagione. "A livello mentale non è difficile giocare con il Real Madrid. Si parla tanto ma è pur sempre una partita di calcio ed è sufficiente giocarci. Al momento sono del PSG. Il Real è un top club ma lo è anche il PSG. Ho sempre detto che darò tutto, l'ho già mostrato alla prima partita e voglio provarci anche al ritorno".

CALCOLI - La nuova regola non impone calcoli. Impossibile speculare sul gol del vantaggio anche se il PSG adesso ha due risultati su tre. Mbappé in ogni caso non ritiene necessario affidarsi ai calcoli. "Si gioca per vincere, siamo dei calciatori professionisti, c'è dell'agonismo, non è degno del PSG speculare sul risultato. Dobbiamo però giocare in modo diverso perché in Spagna sarà una sfida assolutamente differente. Dovremo comunque giocare una partita importante con un calcio propositivo. Se si creano occasioni ovviamente ci sono più possibilità di segnare".