Mascherano: “Ho parlato a lungo con Messi, sono felice sia rimasto. Bello Bielsa in Premier. Ha raccolto meno di quanto meritasse”

Il centrocampista dell’Estudiantes a tutto tondo. Il pensiero del ritiro, i lunghi dialoghi con Messi e l’amore per il calcio lo hanno spinto a continuare.

di Redazione Il Posticipo

Mascherano si confessa in una lunga intervista a Olè in cui ha parlato della sua esperienza durante la pandemia. Il pensiero del ritiro, i lunghi dialoghi con Messi e l’amore per il calcio lo hanno spinto a continuare.

RITIRO – Durante il lockdown, Mascherano ha seriamente pensato al ritiro: “Questa parola non suona affatto strana alla mia età. Durante la quarantena ho pensato parecchio ho provato a immaginarmi lontano dal campo. Poi ho concluso dicendomi che volevo giocare ancora un po’ e mi sono voluto dare questa possibilità. Ho ripreso ad allenarmi. Volevo testarmi, non ho avuto problemi e allora mi concedo ancora qualche mese. Tornerò in campo ad ottobre”.

MESSI -Nei lunghi mesi di stop Mascherano ne ha approfittato per coltivare amicizie. Specialmente quella con Messi. E l’ex centrocampista del Barcellona parla dei dubbi che hanno assalito la Pulce. “Quando ho avuto la sensazione che Leo potesse lasciare il club mi sono quasi commosso. Faticavo a immaginarlo lontano dal Camp Nou. Lui è il giocatore più importante della storia del Barça. Al di là dell’amicizia che ci lega, mi sarebbe davvero dispiaciuto se questa storia fosse finita male. Non era il modo di lasciarsi come dovrebbe fare una leggenda come lui. Sono felice che sia rimasto. Ci ho parlato spesso ma non l’ho infastidito con dei giudizi. Ho espresso il mio sostegno per le sue scelte, che vanno prese in prima persona e circondato dalla famiglia. Io mi sono limitato a dirgli che sono stato felice della sua permanenza”.

BIELSA – Spazio anche per il primo tecnico che lo ha allenato con l’Argentina. Bielsa. “Meritava questa occasione. In un campionato come la Premier, che ha i migliori allenatori al mondo, rappresenta una grande punto di riferimento. Per noi argentini è un personaggio molto importante, spero disputi un buon campionato, spesso non ha raccolto quanto avrebbe meritato in carriera”.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy