Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

L’Italia e Mamma Roma, che abbraccia e non tradisce: l’Olimpico è un fortino

ROME, ITALY - JUNE 16: Manuel Locatelli of Italy celebrates with Nicolo Barella after scoring their side's first goal during the UEFA Euro 2020 Championship Group A match between Italy and Switzerland at Olimpico Stadium on June 16, 2021 in Rome, Italy. (Photo by Claudio Villa/Getty Images)

La storia della nazionale racconta che la Capitale è la migliore alleata degli azzurri.

Redazione Il Posticipo

Roma, letta al contrario, diventa Amor. E non è un caso che abbracci e non tradisca mai l'Italia del calcio. La storia della nazionale racconta che la Capitale è la migliore alleata degli azzurri. Quando la nazionale ha giocato all'Olimpico una sfida delle qualificazioni alla fase finale, non ha mai perso. Nove partite giocate, otto vittorie e un solo pareggio.

ESORDIO  - La prima partita valida per le qualificazioni mondiali si gioca allo stadio Olimpico il 25 aprile del 1957. Avversario designato, l'Irlanda del Nord che arriva a Roma e perde 1-0. Decisiva, dopo appena tre minuti di gioco, la rete di Cervato. La squadra del commissario tecnico Foni, tuttavia, non sarà in grado di raggiungere la qualificazione ai mondiali del 1958 perdendo in Portogallo e in Irlanda del Nord.

FORTINO -  Al netto dell'epilogo sfortunato, l'Olimpico aveva comunque svolto il suo dovere. E continuò ad essere un fortino per tutte le partite di qualificazione che ha ospitato: nel 1965 l'Italia batte 6-1 la Polonia. 4-1 al Galles nel 1969. Nel 1973 unico e fortunato precedente con la Svizzera: il 20 ottobre gli azzurri superano la nazionale elvetica con un secco 2-0 siglato da Rivera e Riva. Nel 1976 la sfida è di quella che fa tremare i polsi: arriva l'Inghilterra, rispedita oltremanica con due gol sul groppone. Decisivi Antognoni e Bettega. Facile, nel 1977, la pratica Lussemburgo, archiviata con un secco 3-0. Nel 1980 è il turno della Danimarca battuta 2-0. Nel 1993 invece è la Scozia a doversi arrendere agli azzurri nel 1993: 3-1. L'ultima vittoria della nazionale siglata da Donadoni, Casiraghi ed Eranio. L'ultima sfida, invece, è legata a un dispiacere. Nel 1997 l'Italia di Maldini non va oltre lo 0-0

ROME, ITALY - JUNE 16: Manuel Locatelli of Italy celebrates with Nicolo Barella after scoring their side's first goal during the UEFA Euro 2020 Championship Group A match between Italy and Switzerland at Olimpico Stadium on June 16, 2021 in Rome, Italy. (Photo by Claudio Villa/Getty Images)

SVIZZERA - Mamma Roma non ha mai tradito la nazionale contro la Svizzera quando c'erano in palio i tre punti. Oltre alla vittoria del 1973, l'ultima vittoria è recentissima. Si tratta della sfida giocata lo scorso 16 giugno quando gli elvetici si arresero alla nazionale italiana per tre reti a zero.