Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

senza categoria

Lewandowski a Madrid, arrivano le garanzie per la Casa Blanca: l’agente e… la moglie

Lewandowski

Il polacco era già stato molto vicino a vestirsi di bianco. Dieci anni dopo, i tempi sembrano maturi. Al netto della carta d'identità che non rappresenta un problema. Anche perché Lewa ha... due garanzie.

Redazione Il Posticipo

Robert Lewandowski al Real Madrid, si può fare. A dirla tutta, il polacco era già stato molto vicino a vestirsi di bianco. Dopo il poker rifilato al Real in Champions League nella stagione 2012-13, quando indossava ancora la maglia del Borussia, Florentino ha iniziato a pensare al centravanti a tal punto, come riportato dalla Bild, che nella gara di ritorno il presidente ha fatto in modo di organizzare un incontro al volo all'uscita degli spogliatoi del Bernabéu per sondare il territorio. Aneddoto confermato dallo stesso Lewandowski che però poi scelse, senza pentirsene, il Bayern. Dieci anni dopo, i tempi sembrano maturi. Al netto della carta d'identità che non rappresenta un problema. Anche perché Lewa ha... due garanzie.

PROCURA - Il polacco era assistito da Kucharski, inviso al Real che lo aveva indetificato come "colpevole" per il mancato trasferimento in Spagna. Adesso è con Pini Zahavi, uno degli intermediari più influenti nel mondo del calcio, che ha già portato Alaba a Madrid ed è stato anche l'artefice, del passaggio di Neymar al PSG. Lewandowski lo ha ingaggiato per non negarsi alcuna possibilità una volta esaurito il contratto con il Bayern. Per il Madrid, l'età di Lewandowski (33) non è un problema, perché ha ottime referenze su quanto si prenda cura del suo fisico.

Lewandowski a Madrid, arrivano le garanzie per la Casa Blanca: l’agente e… la moglie- immagine 2

MOGLIE - In questo senso, la garanzia è rappresentata dalla moglie. Anna è una delle nutrizioniste di maggior successo in Polonia. E a giudicare dai risultati, i suoi consigli funzionano eccome, incuriosendo anche i compagni di squadra.  Il polacco a comincia ogni pasto...con il dolce come rivelato qualche tempo fa da Cionek, suo compagno di squadra in Nazionale. Il segreto? Il giorno della partita Lewandowski mangia parecchie proteine e sempre tonno a colazione. Evita tutto quello che contiene lattosio e glutine. Il giorno prima di giocare, invece, dopo cena, si mangia un piatto di crema di riso per riempire il corpo di carboidrati e zuccheri, da bruciare giocando il giorno dopo. E poi, quando deve recuperare, verdure e avocado. Al netto dei gusti, funziona, visti i risultati