Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

senza categoria

Kroos, viva la sincerità: “Messi non c’é? Meglio per noi. Magari arriva qualcuno da Parigi…”

(Photo by Gonzalo Arroyo Moreno/Getty Images)

Toni Kroos, viva la sincerità. Il centrocampista del Real Madrid. come suo costume, non lascia spazio alle interpretazioni e ha parlato abbastanza chiaramente sia della possibilità di avere Mbappé al Real che dell’addio di Messi. In...

Redazione Il Posticipo

Toni Kroos, viva la sincerità. Il centrocampista del Real Madrid. come suo costume, non lascia spazio alle interpretazioni e ha parlato abbastanza chiaramente sia della possibilità di avere Mbappé al Real che dell'addio di Messi. In questo senso, l'argentino che lascia la Liga non è affatto un problema, anzi. Così come non esclude affatto l'arrivo, prima o poi, di Mbappé.  Le sue parole  sino riprese da AS.

MESSI - Dopo 17 anni, primo campionato spagnolo si gioca senza Messi: Kroos se ne farà una ragione. Anzi, a dirla tutta, appare quasi soddisfatto. "L'addio di Messi ha evidentemente qualcosa di buono per noi. Il nostro più grande concorrente per la corsa al titolo nazionale ha perso il suo miglior giocatore. Tutto sommato, dunque, questa faccenda di Messi non è certo uno svantaggio per noi". Così come il fatto che Messi se ne sia andato a giocare in Francia. "E poi chi lo sa, magari da Parigi arriverà anche qualcosa di bello. Chi sa se arriverà a Madrid un calciatore del PSG". Sibillino. Ogni riferimento a Mbappé, in rottura con il club della capitale francese, non appare assolutamente casuale. Mbappé è il giocatore più interessante del panorama calcistico e in questo momento non è proprio a buon mercato. Preferisco parlare di trasferimenti già completati, ma il Real Madrid vuole sempre il migliore, non mi stupirei di un suo arrivo".

(Photo by Gonzalo Arroyo Moreno/Getty Images)

MIGLIORE - A proposito di migliore, inevitabile parlare anche di Cristiano Ronaldo. Il portoghese è stato al centro del mercato per qualche ora. E il suo nome si è legato a un possibile ritorno al Real. Escluso il ritorno, resta una profonda amicizia che li lega. "Dico da tempo che il miglior calciatore della mia generazione è Cristiano Ronaldo. Potrei anche essere di parte, perché ha giocato con noi ed ha avuto un ruolo decisivo nella vittoria di molti titoli, ma io l'ho vissuto nella quotidianità. Non eravamo solo compagni di squadra, ma anche vicini di casa negli spogliatoi e in privato. Abitava proprio accanto a casa mia. Era impressionante da vedere. Parliamo di un perfezionista assoluti. Ecco perché non potrei mai scegliere Messi.