Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Atalanta, Gasperini sprona i suoi: “In nazionale giocano bene, spero che anche con noi…”

(Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

La Dea prende la rincorsa contro l'Empoli.

Redazione Il Posticipo

La Dea prende la rincorsa contro l'Empoli. Settembre e ottobre, storicamente, sono mesi delicati per le squadre di Gasperini che iniziano a carburare proprio in questo periodo per poi mantenere giri altissimi sino a fine stagione. Il tecnico dell'Atalanta ha analizzato questo e altri aspetti in conferenza stampa alla vigilia della sfida con la squadra toscana.

CONDIZIONE  - L'Atalanta è chiamata a recuperare terreno facendo anche i conti con gli infortuni oltre che con i cali di forma. "Sono rientrati un po' tutti, la situazione è quella che sapete, siamo attesi da un nuovo tour de force che inizia da un campo particolarmente complicato. L'Empoli gioca un calcio propositivo e dinamico, servirà essere al massimo. Siamo vicini al top e non mi va di parlare della preparazione perché mi sa di alibi. L'Atalanta gioca tre partite ogni otto giorni e ha avuto qualche infortunio quindi è normale soffrire. Ci servono risultati per restare a certi livelli, poi se si abbassano le prospettive è un altro discorso".

 BERGAMO, ITALY - MARCH 12: Gian Piero Gasperini, Head Coach of Atalanta during the Serie A match between Atalanta BC and Spezia Calcio at Gewiss Stadium on March 12, 2021 in Bergamo, Italy. (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

SCELTE - La scelte saranno dettate dalle garanzie. "Andrà in campo chi mi dà maggiori garanzie. Sarebbe ora di finirla con la questione Koopmeiners, mi sembra che stia giocando. Non è la priorità assoluta in quel reparto, avevo De Roon e Freuler. Lovato si sta inserendo se giocano altri significa che sono più pronti di lui.  Maehle ha fatto dei bei gol in nazionale, speriamo che possa fare qualcosa anche con noi come Ilicic, sperando che sia in condizione. Quando è più dinamico e veloce diventa un giocatore indispensabile".

PROSPETTIVE  - Durante la sosta Gasperini ha incassato i complimenti di Tuchel,. Graditi, ma non portano punti in classifica. "Le sue parole le ritengo un premio, forse fa i più prestigiosi mai ricevuti anche perché non lo conosco personalmente quindi apprezzo ancora di più le sue dichiarazioni. In questo momento la difficoltà è alta per tutte le squadre, abbiamo giocato partite di livello altissimo contro l'Inter e il Milan ma se non c'è il risultato la prestazione è sempre giudicata in modo severo".