Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Atalanta, De Roon è pronto: “Adesso sto bene, giocare all’Old Trafford aiuterà a crescere”

1184877926

Il centrocampista dell'Atalanta ha parlato del suo stato di forma e di cosa significhi l'opportunità di confrontarsi con una squadra come lo United.

Redazione Il Posticipo

Marten De Roon è finalmente pronto. Il centrocampista dell'Atalanta intervenuto in conferenza stampa a fianco di Gasperini alla vigilia della sfida dell'Old Trafford, ha parlato del suo stato di forma e di cosa significhi l'opportunità di confrontarsi con una squadra come lo United.

FORMA - L'assenza di un calciatore come De Roon si è fatta sentire in mezzo al campo. Così come il suo ritorno. "Ho perso diverse partite e per forza di cosa mi sono ritrovato dietro gli altri. Avevo bisogno di ritrovare il ritmo e la sosta delle nazionali non mi ha aiutato molto perché si gioca di meno e ci si allena in modo diverso. Adesso mi sento molto bene, sono in forma e ho tantissima voglia di giocare e dare una mano ai miei compagni". L'Atalanta a Manchester è un sogno per molti tifosi. Il calciatore ha già calpestato l'erba dell'Old Trafford. "Ci ho giocato quattro ani fa, c'era un muro di 75mila persone, è stata una esperienza fantastica. Quando si giocano questo tipo di partite in Europa è un momento di crescita. Affrontiamo una squadra che è abituata a certi livelli, così come a giocare per vincere attaccando. Confrontarsi con questo tipo di calcio ci permette di imparare molto".

LEADER - De Roon, per esperienza e carisma, è un capitano in pectore. "Siamo cresciuti tutti, sotto diversi aspetti. Personalmente sono qui da cinque anni, come molti altri miei compagno. Più che un capitano, mi piace identificare l'idea di gruppo. Questa squadra gioca e si diverte insieme". Si parla molto di Koopmeiners. "Deve ancora crescere, sta imparando la lingua. Lo aiuto molto, non è mai facile inserirsi in un nuovo ambiente. E poi deve capire come si muove la squadra. Sta imparando e sono convinto che nei prossimi mesi vedremo un giocatore più forte, come una squadra più forte". Qualcosa si è intravisto Come accaduto ad Empoli. "Abbiamo giocato una buona partita, siamo stati anche molto lucidi nelle scelte nella loro metà campo trovando i tempi per i movimenti senza palla e i passaggi giusti per mettere in difficoltà l'avversario. Dovremmo evitare di fare fatica all'inizio anche se poi carburiamo in partita.