Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Ancelotti insegue il record del Real di Mourinho ed è già sulla buona strada

(Photo by Nathan Stirk/Getty Images)

Le prime partite della seconda stagione di Ancelotti sulla panchina del Real Madrid hanno lasciato in eredità una certezza: il pubblico si divertirà.

Redazione Il Posticipo

Le prime partite della seconda stagione di Ancelotti sulla panchina del Real Madrid hanno lasciato in eredità una certezza: il pubblico si divertirà.

STUDIO  - L'allenatore italiano è tornato al club con l'idea di restituire un calcio divertente, allegro e offensivo. Beh, il Real ha già messo a segno 13 gol nelle prime quattro partite di campionato, con una media di 3,25 gol a partita. Se mantenesse questa prolificità, il Real si ritroverebbe con 123 gol a suo favore, superando il record del 2011-12 con Mourinho (121 gol in campionato). In questa fase della stagione, ovviamente, non è possibile stabilire se e quanto questo ritmo verrà mantenuto, ma se si esaminano le statistiche di AS, ci sono i presupposti per vedere il rendimento del Real Madrid rispetto agli ultimi tre anni.

QUOTA 100 - Nella gestione precedente di Carletto, i bianconeri hanno superato i 100 gol in campionato nelle due stagioni. 118 gol nel 2014-15 e 104 nel 2013-14. In media, rispettivamente, 3,11 e 2,74 gol a partita. Cifre a cui la squadra di Madrid non si è nemmeno avvicinata da quando Cristiano Ronaldo ha fatto le valigie. Nel 2018-19 ha toccato il fondo con 63 gol (1,66 in media) e non è riuscito a risalire nei due seguenti: 70 nel 2019-20 (1,84) e 67 in passato (1,76).

BENZEMA - Per centrare l'obiettivo, molto se non tutto, dipende... dai compagni d'attacco di Benzema. Il francese ha comunque recitato a dovere la sua parte.  L'anno scorso il francese ha segnato 30 gol, ma dietro il vuoto: Asensio e Casemiro, con sette reti ciascuno. Nel 2019-20 Karim ne ha realizzati 27, seguito da Ramos (13) e Rodrygo (7). Solo nel 2018-19, quando ne ha messi a segno 30, ha avuto Bale che ne ha fatti 14, seguito dagli 11 di Ramos. Ancelotti sinora ha ruotato gli uomini: ha recuperato Bale in rete contro il Levante e Rodrygo a segno con l'Inter. Ha tirato fuori una versione di Vinicius che non si era vista finora. Quattro gol nelle prime quattro giornate. Tutto questo, insieme alla versione stellare di Benzema (cinque gol e quattro assist in quattro giorni) hanno trasformato il Real Madrid in una macchina quasi perfetta in attacco. Non resta che recuperare Jovic e ritrovare Hazard se vuole che Benzema arrivi fresco all'ultimo tratto di stagione.