opinioni

La caduta degli dei, in Premier il guardiolismo non funziona

Ci sono stati schiaffoni fragorosi nell’ultimo turno. In Spagna, in Italia e in Inghilterra sono arrivati rovesci inattesi e abbastanza netti. Jovetic, all’ultima giocata disponibile, risorge dal letargo e condanna con il suo Siviglia il Real...

Stefano Impallomeni

Ci sono stati schiaffoni fragorosi nell’ultimo turno. In Spagna, in Italia e in Inghilterra sono arrivati rovesci inattesi e abbastanza netti. Jovetic, all’ultima giocata disponibile, risorge dal letargo e condanna con il suo Siviglia il Real Madrid di Cristiano Ronaldo. La coppia Kalinic- Chiesa, grazie alla sapiente regia di Paulo Sousa, ridà un senso alla stagione viola rabbuiando una Juventus incapace di gestire partite insidiose e apparsa  tremendamente bolsa in mezzo al campo. Il City di Guardiola, invece, viene maltrattato dall’Everton che cala un poker perentorio, sentenziando un fallimento difficilmente pronosticabile ad inizio stagione.

Cambiare per non esaurirsi: il segreto di Tinkerman

tutte le notizie di