il post

Terremoto Superlega e 5 ris…POST…e al campionato

Stefano Impallomeni

 MILAN, ITALY - NOVEMBER 08: Zlatan Ibrahimovic of AC Milan reacts after misses a penalty kick during the Serie A match between AC Milan and Hellas Verona FC at Stadio Giuseppe Meazza on November 8, 2020 in Milan, Italy. (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

4) Il Milan, con o senza Ibra, è una squadra nel senso più pieno del termine?

Sì, così sembra. Il Milan senza Ibrahimovic resta forte, perché Ibrahimovic esiste con il Milan e perché Ibrahimovic lo ha portato oltre grazie a una mentalità che prima non c'era. Lo svedese è stato determinante per i rossoneri e lo è anche quando non gioca, perché in ogni caso crea stimoli e motivazioni. Nella fase conclusiva della sua carriera è ancora più presente dal punto di vista della leadership, non mancando mai sotto il profilo della partecipazione, anche quando, vedi San Remo, sembrava aver snobbato un gruppo che invece rispetta e che ha fatto crescere dando l'esempio con qualità e professionalità. Ibra si fa gli affari del Milan, sempre, perché sono affari suoi. È sempre dentro il progetto, vicino a Pioli, vicino tutti.

Potresti esserti perso