Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

il post

Si fa più Int…Eriks…ante

Di Stefano Impallomeni. Il nuovo Eriksen proposto da Conte è la vera novità di questa ripartenza. Il danese, a fine partita, ci crede e ci dice che l'Inter se la potrà giocare con Juventus e Lazio per la conquista del titolo. Nel frattempo,...

Stefano Impallomeni

"Non sappiamo ancora se sarà un vero fattore, ma il nuovo Eriksen proposto da Conte è la vera novità di questa ripartenza. Il danese, a fine partita, ci crede e ci dice che l'Inter se la potrà giocare con Juventus e Lazio per la conquista del titolo. Vedremo. Nel frattempo, però, anche grazie al suo contributo è nata una nuova squadra. Eriksen, lì, a galleggiare tra le linee, ispiratore d'attacco, dosatore preciso di passaggi, ha impressionato, e perché no, ha notevolmente elevato il tasso di qualità di una squadra che ora sembra distendere ed esprimere meglio le proprie potenzialità. In poche parole, Eriksen è quel che mancava veramente a questa Inter muscolare e fin troppo istintiva.

"SEMPLICITÁ E BELLEZZA - Il danese trasmette fiducia e spariglia differenze virtuose. Eriksen offre sbocchi, apre spazi, li chiude, riduce i tempi giusti dello sviluppo del gioco, crea, con o senza il possesso della palla, nuove tracce e nuove profondità. Tutto questo con la massima serenità e semplicità, che hanno trasferito bellezza a una squadra che è migliorata anche nel palleggio e nella sicurezza del possesso. Basta dare un'occhiata al primo gol di Lukaku alla Sampdoria, per rendersene conto. Azione meravigliosa nata da Handanovic, con nove passaggi di fila e l'ultimo triangolo stretto Eriksen-Lukaku in area di rigore che sembrava semplice e che invece era di una difficoltà notevole. Questa azione, come del resto la seconda che ha portato in gol Lautaro, sono la testimonianza che qualcosa nell'Inter stia davvero cambiando. L'Inter, rispetto a prima, appare diversa, specialmente nel proporre calcio. Gioca meglio, è più pericolosa, armoniosa ed equilibrata.

"DUE PIÙ UNO - Merito di Conte, che ha dato finalmente fiducia a Eriksen in quella posizione di trequartista. E merito del danese, che ha saputo calarsi con la naturalezza del campione in una squadra che ora riconosce il suo talento, una leadership che c'era ma che non si vedeva. L'Inter, con questo Eriksen messo lì dietro la coppia Lu-La, è più interessante di prima e se ne sta accorgendo da sola. Non sappiamo se potrà contendere il titolo a Juventus e Lazio, ridurre il ritardo, ma il nuovo ruolo di Eriksen è il manifesto di un nuovo attacco al potere pre Covid-19 ed è tatticamente la vera novità di questa ripartenza. Senza dimenticare l'intesa Eriksen-Lukaku, in particolare, che è nata spontaneamente. Un altro dato non irrilevante da segnalare. Juve e Lazio avvisate, quindi, e occhio al calendario con l'Inter in agguato.