Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

il post

L’Appunto

NAPLES, ITALY - NOVEMBER 07: Lorenzo Insigne of SSC Napoli takes to the field wearing a shirt dedicated to former footballer, Diego Maradona who passed away nearly a year ago prior to the Serie A match between SSC Napoli v Hellas Verona FC at Stadio Diego Armando Maradona on November 07, 2021 in Naples, Italy. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Di Stefano Impallomeni. Da San Siro a San Diego, tutto perfetto.Diego c'è ancora e si sente, si vede, lasciando il segno, perché Napoli è più elettrica che mai e il Napoli nel suo Stadio ipnotizza la Lazio,

Stefano Impallomeni

Tu chiamali se vuoi, presentimenti, perché quando c'è di mezzo lui ci sono poche cose che sono normali. A un anno dalla sua scomparsa, l'amore resta immutato, dilatando le sue magie, anche fuori dal campo. Diego c'è ancora e si sente, si vede, lasciando il segno, perché Napoli è più elettrica che mai e il Napoli nel suo Stadio ipnotizza la Lazio, giocando divinamente, quasi un calcio diverso, meravigliosamente irrazionale. Il risultato è una vittoria squillante con tanto di nuovo primato solitario grazie anche alla Sassuolata pomeridiana di San Siro. Diego, regista dall'alto, ringrazia. Da San Siro a San Diego, tutto perfetto. Una serata alla Maradona, emozionante. Festa completa, molto pagana, esagerata, oltre gli infortuni di Osimhen e Anguissa, oltre le ultime tre partite non riuscite a vincere. E allora ecco la galleria delle belle cose. Mertens torna Ciro e i suoi gol non sono tocchi banali, ma perle preziose. Mertens si esalta con una doppietta, la squadra di Spalletti sembra volare. Insigne torna protagonista e leader riconosciuto. Ma l'incredibile è fuori, perché è come se Diego fosse stato presente, lì a caricare la squadra, per poi, alla fine, ringraziarla. La sua statua eretta allo Stadio il simbolo definitivo di un amore mitico per sensazioni eccezionali in una serata quasi pilotata da un sentimento condiviso anche dagli avversari. Ed ecco che Diego unisce tutto. Stordimento, rispetto e soprattutto presentimenti. Con i tifosi allo Stadio a domandarsi: vuoi vedere che oggi sarà come l'anno scorso, a un anno dalla sua scomparsa? Così è stato. Detto e fatto, nel suo ricordo particolare, sentitissimo, molto napoletano. "Cos cos cos cos cos o' frat cos?", canterebbe Clementino. Tante cose belle, una vittoria da primato e un'altra grande cosa, un poker servito, un anno dopo. Dal 29 novembre 2020 al 28 novembre 2021. Dopo la Roma, la Lazio. Da un 4-0 a un altro, con il primo gol di Mertens che, per la prima volta da quando il San Paolo è il "Maradona" è arrivato al 10' . Questa la vera magia di Diego.  Non casuale. Stessa dimostrazione di forza con vittore larghe e generose. Da primo della classe. Come sapeva fare soltanto lui con il Napoli.