Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

il post

L’Appunto

L’Appunto - immagine 1
Di Stefano Impallomeni. Torna la Roma e Dybala si riconferma ago della bilancia di Mou. Dalla sua continuità dipenderanno tante cose, anche se alla fine i campionati si vincono con la squadra...

Stefano Impallomeni

Torna la Roma e Dybala si riconferma ago della bilancia di Mou. A Empoli vittoria fondamentale per restare lì, a un passo dal gruppone di testa, e preparare la prossima sfida contro l'Atalanta con rinnovata fiducia. È una vittoria alla Mou. Dei suoi uomini e di un calcio pratico. Colpi risolutivi e sofferenza, con grande applicazione sui duelli. C'è ancora da migliorare, ma si ritrovano i gol giusti di Dybala (rete e assist) e Abraham che fanno la differenza, legittimando ambizioni corrette, perché dalle reti regolari degli attaccanti potrebbe nascere una nuova Roma, fase offensiva da limare a parte. Tutto sommato bene e non ancora  benissimo, con notevoli margini di miglioramento.

Crescita atletica

La sensazione è che oltre questa Roma ce ne possa essere un'altra, diversa da quella dello scorso anno. Non sappiamo ancora cosa possa essere, ma con questo organico ricco di tecnica e fisicità non ci sono limiti alla concorrenza. Dipenderà molto dai migliori e dalla forma degli esterni. Spinazzola dà segnali di ripresa. La testa stavolta è presente. E anche atleticamente si cresce, correndo di più nel secondo tempo, nonostante il turno di Europa League. Si lavora per un percorso più che ambizioso, ma la strada è lunga.

Dybala l'uomo in più

Per renderlo continuo e serio ci vorranno i migliori al top, con la convinzione di non pensare di vincere le partite in automatico. Mou spera che le lezioni di Udine e Razgrad siano state metabolizzate. A Empoli c'era tanta voglia di riscatto e di portarsi a casa il risultato. E c'era soprattutto l'uomo in più, che lo scorso anno non era a disposizione. Lui, il solito Dybala, che vede un altro calcio e ha un altro piede rispetto a tutti. Per fortuna della Roma e di Mou. Dalla sua continuità dipenderanno tante cose, anche se alla fine i campionati si vincono con la squadra. E Mou lo sa benissimo.