il post

Il buono, il brutto e il cattivo del campionato

Stefano Impallomeni

 (Photo by Marco Rosi - SS Lazio/Getty Images)

"Lazio-Torino è l'ennesima prova di come incappare nell'intricata zona dei regolamenti e di una politica sportiva che stenta a snellirsi, non trovando mai un sano buon senso. Il precedente di Juve-Napoli avrebbe dovuto insegnare qualcosa. Il Protocollo sui casi Covid va limato. C'è un regolamento che parla chiaro, d'accordo, ma le Asl possono e devono intervenire. Tutti hanno ragione e nessuno ha torto. La Lazio si è presentata, il Torino no perché impossibilitato da decisione Asl per i casi di positività nel gruppo squadra. La Lega, i club, in questa circostanza hanno recepito. Nessuna polemica e palla al centro a data da destinarsi. Il giudice sportivo questa volta eviterà lungaggini legati ai vari ricorsi. Lazio-Torino si giocherà, senza tavolini, e senza altre storie. Pazienza, salute e recupero. 

 (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

"Il fallo di mano in area di Strygen-Larsen oltre il tempo di recupero è incomprensibile. L'Udinese butta via una partita praticamente vinta e regala il rigore numero 16 al Milan che potrebbe battere il record di massime punizioni del XXI secolo. Nel mirino il Barcellona 2015-16 con 20 rigori concessi e la Lazio, ben 18 avuti nella stagione appena passata. Anche il Napoli perde concentrazione e cade di rigore. A Reggio Emilia il Sassuolo vince la sfida a distanza del rigore. Caputo e Berardi battono Insigne 2-1. 11 metri per un pareggio finale. 

 (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

""Chi viene a Crotone deve avere paura. I calciatori possono fare di più, se non lo capiscono glielo spiego io". Serse Cosmi è tornato in serie A, il Crotone vede sempre da più vicino la serie B. Cinquina

Potresti esserti perso