il post

Il buono, il brutto e il cattivo del campionato

Stefano Impallomeni

"La Juventus scopre l'altra faccia della medaglia, quella della normalità. A Benevento Pirlo pareggia, ma è come se avesse perso. L'assenza di CR7 non può e non deve rappresentare un alibi. La Juventus ha un DNA che va oltre il lancio confuso di idee e innovazioni. Si può rimediare, ci mancherebbe, ma serve una reazione immediata e una presa di coscienza risolutiva per evadere pericolosi fantasmi su autostima generale. I bianconeri sono competitivi, ma non sono ancora una squadra bilanciata. In difesa e a centrocampo sorgono le maggiori perplessità. Alla ricerca della Vecchia Signora perduta che amava vincere e non per forza convincere. Ripasso.

 (Photo by Paolo Bruno/Getty Images)

"Giornate nere per Atalanta, Lazio e Roma, sembrate stordite, senza nerbo e qualità, nonostante turnover, stanchezza post coppe e problemi fisici vari. Le sconfitte si assomigliano: più demeriti propri che meriti degli avversari. Freno a mano tirato e prime riflessioni per un pronto riscatto. Verifiche.

Potresti esserti perso