il post

Il buono, il brutto e il cattivo del campionato

Di Stefano Impallomeni. Theo diamante rossonero, l'Inter scalda i motori, Roma e Benevento buon Natale giallorosso. Atalanta, Napoli e Lazio, feste amare. Basta con la cattiveria e con gli odiatori seriali.

Stefano Impallomeni

MILAN, ITALY - OCTOBER 04:  Theo Hernandez of AC Milan celebrates his goal during the Serie A match between AC Milan and Spezia Calcio at Stadio Giuseppe Meazza on October 4, 2020 in Milan, Italy.  (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)
MILAN, ITALY - OCTOBER 04:  Theo Hernandez of AC Milan celebrates his goal during the Serie A match between AC Milan and Spezia Calcio at Stadio Giuseppe Meazza on October 4, 2020 in Milan, Italy.  (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

"Theo Hernandez è qualcosa di straordinario. È lui l'uomo della differenza, aspettando Ibrahimovic. Impressionante la sua carica, la sua spinta, la sua tecnica abbinata a una potenza e velocità uniche. Ha il merito di mantenere il Milan in vetta, segnando un gol pesantissimo e molto simbolico. Può essere la rete che marca definitivamente una lotta per il titolo insperata alla vigilia dell'inizio del campionato. È ancora presto, ma abbastanza per lanciare il Diavolo in paradiso. Diamante.

 (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

"Nelle ultime cinque giornate, però, è l'Inter di Conte la squadra che imprime il ritmo più alto. 15 punti conquistati dai nerazzurri contro gli 11 dei rossoneri. A Verona irrompe il Toro. Lautaro Martinez segna alla sua maniera. L'argentino può essere l'arma in più di una squadra che non avrà più impegni europei. In questo duello meneghino per lo scudetto, il non giocare le Coppe può essere un fattore da considerare. Il mercato di gennaio sarà fondamentale per sfoltire o individuare chi è in grado di dare un po' più di sprint a trequarti campo. Servono accelerazioni diverse per un eventuale sorpasso e immaginare il ribaltone al governo del campionato. Scaldare i motori.

 (Photo by Paolo Bruno/Getty Images)

"Alla sosta, sul podio spunta la Roma, meritatamente terza in solitudine. Grande lavoro di Fonseca, che rivitalizza i giallorossi dopo la batosta di Bergamo e soprattutto Karsdorp, autentico protagonista nella vittoria contro il Cagliari. L'olandese torna a incidere e confeziona assist al bacio. È un calciatore che sembra ritrovato, formidabile nell'inserimento senza palla. Sull'azione che porta al gol di Dzeko, sfruttando il lancio di Ibanez, lo stop a seguire vale un dribbling ubriacante. Freccia.

 (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

"Da segnalare ancora il fantastico rendimento del Benevento. Pippo Inzaghi sbanca Udine giocando un calcio interessante. La sua squadra è la prima delle altre, del gruppone, decima a 18 punti, a due punti dal Verona. Rivelazione.

Potresti esserti perso