il post

Il buono, il brutto e il cattivo del campionato

Stefano Impallomeni

"È senza fine il caos anche in LegaCalcio. Lo slittamento di Juve-Napoli che non si giocherà più il 17 marzo, ma il 7 aprile prossimo, è l'ultima edizione di un malessere più complesso che sembra lambire anche altre istituzioni. La confusione va oltre ogni limite, sfociando in casi contorti e di difficile lettura. Decisioni improvvise per cambiamenti di programma e cavilli giuridici non danno tregua, con il conseguente effetto di alterazioni pericolose. Il campionato appare se non falsato, abbastanza condizionato. Non ultimo il caso riguardante Lazio-Torino, rinviata per Covid senza formale assegnazione del risultato come nel caso di Juve-Napoli, che di cui è stata deciso il recupero tramite sentenza del collegio di garanzia del Coni, facendo così giurisprudenza. Slittamenti infiniti, missive di chiarimento e la giurisprudenza invadono il campo della contesa, considerando gli enormi interessi coinvolti. Senza considerare la madre di tutte le controversie legata ai diritti tv per le trasmissioni delle partite. Bando o non bando? Dazn o Sky? Entro la fine del mese fuori la verità, altrimenti si ricomincia da capo. Nervi tesi. State calmi, se potete. Il calcio con il Covid è in crisi, con pochi soldi boccheggia, ma senza l'interesse dei tifosi muore. Responsabilità

Potresti esserti perso