il post

Il buono, il brutto e il cattivo del campionato

Di Stefano Impallomeni. Kessié on fire, Ilicic è il nuovo Papu. Che succede a Vidal? Gasp-Gomez, ancora polemiche. Gattuso continua a ringhiare, Di Francesco non sa più vincere.

Stefano Impallomeni

MILAN, ITALY - JANUARY 09: Franck Kessie of Milan celebrates after scoring their sides second goal form the penalty spot during the Serie A match between AC Milan and Torino FC at Stadio Giuseppe Meazza on January 09, 2021 in Milan, Italy. Sporting stadiums around Italy remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)
MILAN, ITALY - JANUARY 09: Franck Kessie of Milan celebrates after scoring their sides second goal form the penalty spot during the Serie A match between AC Milan and Torino FC at Stadio Giuseppe Meazza on January 09, 2021 in Milan, Italy. Sporting stadiums around Italy remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

"Il Milan piazza un nuovo piccolo allungo e resiste sul trono del campionato. Una sola sconfitta, contro la Juventus, e il ritorno quasi sistematico alla vittoria. Il Toro alla lunga è domato, avvilito anche per le contraddizioni arbitrali del Var, di Maresca e piegato alla distanza dallo spirito di gruppo dei rossoneri, davvero eccezionale. Ibra torna, ma la notizia è la continuità di Kessié, la preziosa bussola di Pioli, che esce dallo slalom degli imprevisti, vedi infortuni e stop per Covid, orientandosi sempre di più verso una leadership rafforzata e non casuale. La crescita di Kessié è il paradigma di questo nuovo governo rossonero. Duttilità, disponibilità e adattamento. On fire.

 (Getty Images)

"La Dea è tornata a frullare gol e avversari. L'Atalanta balla senza il Papu e la nuova dance è del Gasp e di Ilicic che, senza l'argentino, sembra essere ancora più determinante e trascinatore. A Benevento lo sloveno rasenta la perfezione. Talento abbinato a una resistenza atletica impressionante. Tocchi deliziosi e gol da incorniciare. Ilicic è il nuovo Papu. Le vie dello scudetto e della Champions sono infinite? Mancino di Dio.

Potresti esserti perso