5 ris…POST…e al campionato

5 ris…POST…e al campionato

Di Stefano Impallomeni. Il campionato lascia in eredità dubbi, interrogativi e curiosità. Ecco le risposte ai quesiti che ha regalato la dodicesima giornata di Serie A.

di Stefano Impallomeni

SOSTITUITO

Ronaldo, problema con Sarri o di condizione fisica? Strano che un perfezionista maniacale come lui possa avere problemi fisici. Un nuovo cambio potrebbe creare un caso?

Cr7 ancora sostituito e out prima della fine della partita per la seconda volta consecutiva. Se non è un caso è sicuramente una notizia. All’Allianz Stadium in questa circostanza, rispetto a Mosca, esce dal campo visibilmente contrariato, dicendo una parola in più, non condividendo la gioia per la vittoria contro il Milan e andando via dallo stadio. Una vera e propria solitudine del numero uno, ferito nell’orgoglio e in un momento mai vissuto in carriera. È un fatto inedito e chissà quanto sia un vero caso, quanto siano potenzialmente deflagranti le conseguenze. Sarri nel post partita non minimizza ma neanche ingigantisce, denunciando con intelligenza l’arrabbiatura del portoghese. Ci sta non accettare lo stato delle cose e meglio far uscire stati d’animo del genere che tenerseli dentro. Non sappiamo se potrà essere un problema, ma Cr7, pur sbagliando nel comportamento e nel rispetto nei confronti di allenatore e compagni, è una storia a sé e andrebbe gestito in maniera diversa. Il portoghese è un asset economico del club, non soltanto il re delle Champions e del dualismo mondiale con Messi. L’età avanza, ma può dare ancora molto. Ha un DNA vincente. Era nell’aria una certa tensione, ma meglio uno sfogo adesso che dopo.

Nel rendimento di Cr7 però potrebbe incidere anche altro. Il gioco di Sarri non decolla come nelle previsioni e forse scegliere i partner giusti per Cr7 sarebbe già una prima soluzione alla crisi inattesa tra i due. Cr7, con Dybala e Douglas Costa, formerebbe un tridente logico in base a caratteristiche tecniche e di velocità. Relativamente alla sfida con il Milan e a Mosca contro la Lokomotiv, Sarri ha fatto il suo. Due volte sostituito, due volte in cui hanno deciso con perle d’autore chi ha preso il suo posto, vale a dire Douglas Costa a Mosca e Dybala a Torino. Detto questo, Sarri provi a gestirlo in maniera diversa. Messi ha dichiarato recentemente che per lui sarebbe meglio partire dalla panchina piuttosto che essere sostituito. Potrebbe valere anche per Cr7. Certi calciatori possono essere il valore aggiunto o il contrario. Vedremo che succederà, ma leggere bene le istruzioni e manovrare con cura perché la questione è bella delicata. Cr7 che si deve abituare alla normalità, accettare di essere normale lui che di normale ha fatto ben poco in campo è la vera questione da affrontare. Questa la vera barriera, lo scoglio, su cui non dover andare a sbattere. Buona diplomazia a tutti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy