5 ris…POST…e al campionato

Di Stefano Impallomeni. Il campionato lascia in eredità dubbi, interrogativi e curiosità. Ecco le risposte ai quesiti che ha regalato la settima giornata di Serie A.

di Stefano Impallomeni

MODULI

BIG-spalletti-allegri

Spalletti e Gattuso fedeli, Allegri, Ancelotti e Di Francesco eclettici in serie A è finita l’era dei moduli?

La fedeltà a un modulo dipende dai risultati, anche se a volte gli allenatori cercano in ogni maniera di sbalordire. È una moda comune. Si cambia a volte non essendo fino in fondo convinti di farlo. Spalletti e Gattuso, al momento, sembrano più aderenti a una sola idea, a un solo modo di stare in campo, ma tutto è relativo. Sono gli atteggiamenti e i comportamenti a fare la vera differenza. Il calcio è in sintesi racchiuso in due fasi. La fase offensiva e quella difensiva. È questione di equilibri. Se fai bene una fase e male l’altra corri ai ripari. Di Francesco, nella stretta attualità, non può fare a meno di Nzonzi e De Rossi a centrocampo. Il 4-3-3 per ora non è un sistema di gioco premiante. Pellegrini, nel ruolo di trequartista, non è un fulmine a cielo sereno. Deresponsabilizzato rende di più. Centrocampista ad ampio respiro un po’ meno. La difesa con il 4-2-3-1 va meno in affanno. Ma occorrono verifiche ulteriori. Giusto provare e rischiare per aver delle risposte. Allegri va sul velluto. Ha un rosa collaudata e completa. Può giocare in qualsiasi modo. Ancelotti deve proseguire per la sua strada. Insigne più vicino alla porta e il suo 4-4-2 che si trasforma in 4-2-4 offre parecchie soluzioni in fase offensiva. Ognuno, in definitiva, cerca il meglio. Ci vuole tempo per trovare gli assetti giusti e la condizione atletica degli uomini migliori fa la somma. Senza calciatori bravi e in forma, nessun sistema di gioco ha gli effetti desiderati.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy