5…domande alla settima di campionato

5…domande alla settima di campionato

Di Stefano Impallomeni. Con il turno infrasettimanale di mezzo, il weekend di campionato già scalpita. E quindi, più delle risposte date dalla sesta giornata, contano le domande che pone la settima.

di Stefano Impallomeni

Prime risposte

de_zerbi_getty

Cosa ha raccontato questo mese e mezzo di serie A?

Ci ha raccontato che De Zerbi è stato il più bravo di tutti. L’allenatore del Sassuolo applica il sistema di gioco in relazione ai calciatori che ha a disposizione. De Zerbi è intelligente ed è uno che si entusiasma, si appassiona. È questa la vera differenza nel calcio degli algoritmi e delle statistiche. La lavagna fino a un certo punto e il lavoro sul campo come punto di riferimento. Occupazione degli spazi e riduzione degli errori tecnici. Ognuno deve sapere quel che si fa. De Zerbi è un piccolo Guardiola. Poi in questo avvio Piatek, il bomber che fa meglio di Sheva all’esordio nel nostro campionato. Il polacchino è davvero bravo. Dategli un pallone pulito o sporco, per lui fa lo stesso. Ha orientamento, tecnica, pochi tocchi, stop giusti e conclusioni precise. Guardate i suoi gol. Piatek, no, non è assolutamente un fuoco di paglia. Come la Fiorentina di Pioli, di cui abbiamo già parlato prima che iniziasse il campionato. Squadra giovane ricca di talento e corsa, capace di tutto sia nel bene che nel male. Altro che CR7. De Zerbi, Piatek e la Viola vanno diritti sul podio momentaneo di una serie A ancora pronta a stupirci. Statene certi. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy