Schürrle, in 5 anni dal mondiale…alla lotta salvezza: “Non sono abituato a perdere così spesso!”

Basta poco perché il mondo di ciascuno si capovolga. Ne sa qualcosa l’attaccante del Fulham, passato dalle stelle alle stalle in pochissimo tempo: dopo il Mondiale vinto con la Germania nel 2014, chi glielo avrebbe detto che sarebbe finita così?

Andre Schurrle poses for a photo after signing on loan for Fulham

Dieci anni e… sentirli! Nei giorni scorsi sui social ha spopolato il giochino della ten years challenge. La domanda alla base è molto semplice: come eravamo 10 anni fa? Tradotto nella vita di un calcitore professionista: che cosa ho vinto negli ultimi 10 anni? Ad André Schürrle è bastata la metà del tempo per vedere il suo mondo capovolgersi: dalla Coppa del Mondo alzata al cielo con la maglia della Germania a Brasile 2014 all’inferno della Premier League, se giochi col Fulham di Claudio Ranieri e lotti disperatemente per evitare la retrocessione. Non se la sta passando affatto bene l’attaccante tedesco di proprietà del Borussia Dortmund, che dalla scorsa estate è in prestito ai Cottagers.

“NON SONO ABITUATO” – È passato dalla A alla Z in un attimo e psicologicamente ne sta risentendo. Ai microfoni del Daily Mail, Schürrle ha raccontato il suo periodaccio: tutta colpa di una stagione che, nonostante una campagna acquisti faraonica per una neopromossa (oltre 100 milioni di euro spesi), ha preso una piega diversa da quella che si aspettava. Oggi il suo Fulham arranca in Premier al penultimo posto in classifica a -5 dalla zona salvezza: “È vero, è vero. Non è facile adattarsi a perdere così spesso. Non mi era ancora successo nella mia carriera. È una situazione nuova per me. Avverto una pressione completamente diversa”. Ma nemmeno l’ultima volta Oltremanica era andata bene…

MALEDETTO MOURINHO – L’attaccante è tornato in Inghilterra dopo la sfortunata esperienza al Chelsea tra 2013 e 2015 con José Mourinho in panchina, uno che di certo non lo ha aiutato e che quattro anni dopo è stato cacciato dallo United: “Non era un buon posto per me perché non avevo la fiducia del manager… Non so che cosa gli sia successo a Manchester quindi non posso dire molto. So che è un allenatore che vuole sempre vincere e ci prova in tutti i modi”. Proverà a fare la stessa cosa Ranieri, arrivato al Fulham per compiere un’altra impresa nella sua Inghilterra dopo il titolo col Leicester: “Claudio ha cambiato il nostro modo di giocare e soprattutto sta cercando di farci migliorare in difesa. Ora le cose vanno meglio, ma dobbiamo trovare equilibrio”. Schürrle lancia la sfida e spera che le cose possano presto migliorare: dal Mondiale ad oggi ha già perso troppo tempo per strada.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy