Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

europei 2021

Tacchinardi: “In difesa servirà Chiellini. Chiesa vuole diventare un numero uno. Per CR7 stagione positiva”

28 Feb 2001:  Alessio Tacchinardi of Italy holds onto the ball as Cesar Pablo Aimar of Argentina closes in during the International Friendly match played at the Stadio Olimpico, in Rome, Italy. Argentina won the match 2-1.  Mandatory Credit: Mike Hewitt/Allsport

L'ex centrocampista ha detto la sua sulla partita che attende gli uomini di Mancini contro il Belgio, su Federico Chiesa e sulle prospettive della sua Juventus, tra possibili ritorni eccellenti e le prestazioni di CR7.

Redazione Il Posticipo

L'ex centrocampista bianconero Alessio Tacchinardi è intervenuto a Maracanà sulle frequenze di TMWRadio e ha detto la sua sulla partita che attende gli uomini di Mancini contro il Belgio, su Federico Chiesa e sulle prospettive della sua Juventus, tra possibili ritorni eccellenti e le prestazioni di CR7.

ITALIA - Il fatto che il Belgio potrebbe avere assenze pesanti può aiutare gli Azzurri. Ma uno come Lukaku, come è normale che sia, spaventa non poco. Ecco perchè Tacchinardi punta sul ritorno di Re Giorgio... "Credo serva Chiellini in difesa. Loro senza De Bruyne e Hazard avranno problemi. Noi con l'Austria abbiamo trovato una squadra tosta, che ha messo grande intensità. Per questo la Nazionale c'è. È uscita alla grande con un Chiesa strepitoso". A proposito di Chiesa, impossibile non chiedere a chi ha giocato contro suo padre un paragone con il grande Enrico. E qualche similitudine pare esserci... "Sono due generazioni diverse, credo però che abbiano la cattiveria agonistica e la voglia di migliorarsi, di essere decisivi. Federico credo abbia la voglia di diventare un numero uno. Non molla una palla, cerca sempre di attaccare la porta, di fare la giocata decisiva".

 LONDON, ENGLAND - JUNE 26: Federico Chiesa of Italy celebrates after scoring their side's first goal during the UEFA Euro 2020 Championship Round of 16 match between Italy and Austria at Wembley Stadium at Wembley Stadium on June 26, 2021 in London, England. (Photo by Andy Rain - Pool/Getty Images)

JUVENTUS - Uno come Tacchinardi però non può non pensare anche alla Juventus. E visto che si parla di mercato, perchè non citare un vecchio amore sempre presente nel cuore dei bianconeri: Paul Pogba... "A Manchester ha fatto molto meno di quello visto con la Juventus. Lo vidi all'epoca quando era in bianconero, è tecnicamente fortissimo e anche atleticamente. Bello rivederlo ai suoi livelli. Tornasse alla Juventus sarebbe un colpo clamoroso". Ma c'è anche la questione Ronaldo. Il portoghese è uscito dagli Europei, chiudendo una stagione complicata, ma che per l'ex centrocampista non è fallimentare come dicono molti. "Ha 36 anni, non è più un ragazzino. A quell'età o hai smesso o stai quasi per smettere. Non è più il Ronaldo di una volta ma la stagione è stata comunque positiva. Passa per tutti il tempo. Questo Ronaldo solo nelle due partite col Porto ha fatto meno rispetto al suo valore. Gli anni prima era stato clamoroso invece. E comunque ammiro l'incavolatura di Ronaldo. Uno che ha tutto, ha vinto tutto, è ancora lì con il veleno per essere più forte dell'altro. Questo devono imparare i giovani di oggi". Un qualcosa che solo CR7...può spiegare.