europei 2021

Pochi…gallesi nel pollaio, ma tutti grandissimi

Redazione Il Posticipo

 31 OCT 1994: IAN RUSH OF LIVERPOOL TRIES TO GET PAST GOALKEEPER SIEB DYKSTRA OF QUEENS PARK RANGERS AS HE SHOOTS AT GOAL DURING THEIR PREMIERSHIP MATCH AT THE LOFTUS ROAD GROUND IN LONDON. Mandatory Credit: Phil Cole/ALLSPORT

E poi c'è Ian Rush, attaccante di razza del Liverpool, ma che ha bucato clamorosamente in Italia. Rush entra di diritto nella storia dei grandi calciatori del Galles: con il Liverpool sigla la Coppa dei Campioni del 1984 e va a segno 47 volte in 65 presenze record assoluto della storia dei Reds. Due anni dopo centra il “double”, campionato e derby di FA Cup con l’Everton. Prova a venire in Italia, ma è protagonista di un'annata nera alla Juventus. Quindi il rientro in Premier, dove vince il quinto titolo personale e l’ultimo dei Reds. Dopo una parentesi da allenatore, oggi è ambasciatore delle scuole calcio del Liverpool.