Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

europei 2021

Magia di Miranchuk: la serie A scrive un pezzo di storia di questo Europeo

SAINT PETERSBURG, RUSSIA - JUNE 16: Aleksei Miranchuk of Russia celebrates after scoring their side's first goal during the UEFA Euro 2020 Championship Group B match between Finland and Russia at Saint Petersburg Stadium on June 16, 2021 in Saint Petersburg, Russia. (Photo by Anton Vaganov - Pool/Getty Images)

Quanta serie A in questo Europeo. E tutti gol storici.

Redazione Il Posticipo

Miranchuk segna il gol decisivo che decide la sfida fra Russia e Finlandia. Il giocatore atalantino è il primo calciatore della Dea a segnare in una competizione internazionale in questo... secolo. Per trovare un precedente occorre portare indietro le lancette del tempo alla semifinale dei mondiali del 1990 quando il gol di Caniggia pareggia i conti con quello di Schillaci. E così dopo 21 anni anche l'Atalanta iscrive un proprio calciatore nella classifica dei marcatori. Oltre alla Dea altri cinque club hanno contribuito a regalare gol ed emozioni.

JUVE BONUS MALUS - Molto curioso, l'apporto della Juventus. Nel bene e nel male i calciatori della Juventus sono entrati nella storia da diverse porte, comprese quelle sbagliate. Demiral fa autogol. Buon per l'Italia, ma non era mai successo che il primo gol della competizione fosse una autorete. Anche Szczesny si iscrive nel Guinness dei primati come primo portiere  della storia dell'Europeo a realizzare un autogol. A risollevare le sorti della Signora ci pensa, Cristiano Ronaldo che con una doppietta stende l'Ungheria e diventa il marcatore più prolifico della storia della competizione. Fra l'altro l'unico a segnare due reti in una partita in tre edizioni diverse del torneo.

INTER - Sugli scudi anche l'Inter che prima si prende uno spavento per Eriksen, poi festeggia i gol di Lukaku che travolge la Russia. Qualche ora dopo è il turno di Skriniar, nella sfida contro la Polonia in un vero e proprio... derby d'Italia esportato in chiave internazionale. Il gol siglato a Szczesny vale la vittoria e anche un paradosso. Un giocatore dell'Inter segna un gol alla Juventus, ma si chiama Milan. Più unico che raro.

GLI ALTRI - E poi ci sono altri gol storici. Pandev, intramontabile attaccante del Genoa, segna il primo gol della sua Macedonia in una fase finale di una competizione internazionale. E va anche sul podio dei marcatori più longevi. Importantissima anche la rete di Linetty, che non basta alla sua Polonia ma torna a far sventolare il vessillo del Toro in Europa. L'ultimo gol di un calciatore granata risaliva all'edizione del 1980 e portava la firma di Ciccio Graziani, contro la Cecoslovacchia nella finale del terzo e quarto posto.