Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

europei 2021

La Scozia sfida l’Inghilterra con Clarke, l’allievo di Mou: “È un allenatore incredibile”

Chelsea manager Jose Mourinho (left) chats with West Bromwich Albion manager Steve Clarke (right) before the match  (Photo by Darren Walsh/Chelsea FC via Getty Images)

Per la Scozia la prossima è contro l'Inghilterra dove il CT ha dato il meglio di sé sia da calciatore che da allenatore. E sul cavallo di Steve Clarke, allievo di José Mourinho, la Tartan Army crede alla possibilità di qualificarsi.

Redazione Il Posticipo

Non sarà il girone di ferro per eccellenza ma trovarsi a dover affrontare Inghilterra, Repubblica Ceca e Croazia non deve essere proprio una situazione facile per la nazionale scozzese. Eppure, nonostante la sconfitta d'apertura contro la Repubblica Ceca con, è proprio il caso di dirlo, l'Eurogol di Patrik Schick, i britannici del nord sembrano crederci. La prossima è contro l'Inghilterra dove, nonostante la rivalità storica, il tecnico scozzese ha dato il meglio di sé sia da calciatore che da allenatore. E sul cavallo di Steve Clarke, allievo di José Mourinho, la Tartan Army crede alla possibilità di qualificarsi.

UN PO' DA TUTTI - Steve Clarke è una leggenda del Chelsea ed è stato inserito dai tifosi come esterno destro nella lista dei migliori calciatori di sempre in occasione del centenario del club nel 2005. Con i Blues, quelli di Londra, ha vinto molti trofei e giocato più di 400 partite e lì ha passato del tempo in panchina come allievo di Mourinho ad affinare le proprie conoscenze tattiche. Il classe '63, riporta Marca, spiega: "Diventare capo allenatore era la mia ambizione. Avevo in programma di lavorare con alcuni dei migliori allenatori del mondo prima di fare questo passo. Ho preso un po' da tutti e ho già completato il mio apprendistato".

 (Photo by Srdjan Stevanovic/Getty Images)

INCREDIBILE - È nel 1998 che inizia la sua avventura in panchina. Comincia come assistente al Newcastle del suo ex compagno di squadra Ruud Gullit.Un anno dopo, le dimissioni del tecnico lo fanno trovare nella condizione di guidare la squadra ad interim nella sconfitta per 5-1 contro il Manchester United. Poi. il ritorno al Chelsea, stavolta sulla panchina accantoa  José Mourinho. "Siamo stati benissimo insieme. È un grande allenatore, uno dei migliori. Ha avuto un ruolo chiave nella mia crescita. Sono orgoglioso". E ha tutti i motivi per esserlo visto che un allenatore del calibro del portoghese, quando nella sua prima avventura da capo allenatore lo scozzese è arrivato ottavo in Premier (2012-13), ha detto di lui: "Clarke sta facendo un lavoro straordinario. Non sono sorpreso. È un allenatore incredibile" . Insomma, la Scozia è in buone mani, parola di Special One.