Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

europei 2021

Kane ci crede: “Questa Inghilterra più matura e pronta rispetto al 2018”

SAMARA, RUSSIA - JULY 07:  Harry Maguire of England celebrates with Harry Kane after scoring his team's first goal during the 2018 FIFA World Cup Russia Quarter Final match between Sweden and England at Samara Arena on July 7, 2018 in Samara, Russia.  (Photo by Matthias Hangst/Getty Images)

Qualche mugugno, da parte della critica, dopo lo stentato 1-0 contro la Romania. Voci messe immediatamente a tacere dall'attaccante del Tottenham.

Redazione Il Posticipo

Harry Kane è convinto della forza dell'Inghilterra. Qualche mugugno, da parte della critica, dopo lo stentato 1-0 contro la Romania. Voci messe immediatamente a tacere dall'attaccante del Tottenham. Le sue parole sono riprese da Sky Sports.

FIDUCIA - Kane ha pochi dubbi. La squadra ha acquisito certezza e ha maggiore autostima  rispetto a quella che ha centrato le semifinali nel 2018. "Arrivando a quel Mondiale, forse non eravamo sicuri di dove fossimo come squadra, ma siamo stati all'altezza. Adesso la squadra ha più  esperienza, anche nei singoli, a livello internazionale. Sappiamo che c'è ancora molto lavoro da fare, ma non vogliamo nasconderci. Questa nazionale non vince un torneo da troppo tempo. Ci sono le possibilità di riuscirci, ma l'Inghilterra è attesa da un viaggio lungo e duro per arrivare alla fase finale del torneo".

ESPERIENZA - Kane, a dispetto della sua carta d'identità, è uno dei più esperti della selezione di Southgate. E questa volta, a differenza del 2018, la nazionale non può nascondersi. "Ovviamente c'è più pressione su di noi  rispetto a quella che c'era in quella Coppa del Mondo. La squadra però deve semplicemente trovare il proprio passo. Ho solo 27 anni, ma sono uno dei più anziani in squadra e questo è già di per sé un aspetto molto significativo. La squadra è alla ricerca del giusto equilibrio. Siamo consapevoli che ci sia molta strada da fare. Ci aspetta tanto lavoro da adesso e, si spera, sino alla fine del torneo, quindi faremo tutto il possibile in questa fase di preparazione".

GRUPPO - Il gruppo, spesso tallone d'Achille della nazionale, gli sembra affiatato. "C'è molta armonia. Abbiamo un ottimo equilibrio tra giocatori giovani ed esperti. E anche i più giovani hanno comunque una grande esperienza internazionale. Hanno giocato in Premier, altri addirittura le finali delle Coppe Europee. Mi sembra non manchi niente per vincere anche perché per riuscire ad arrivare in fondo serve anche una rosa profonda che permetta al tecnico di attingere anche dai non titolari senza perdere qualità. In rosa c'è grande competizione. E se devo parlare come attaccante, posso essere felice. Dietro di me ci sono tantissimi giocatori di fantasia ed è una gioia giocarci insieme".