Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

europei 2021

Inghilterra-Germania si gioca alle 17 e intervengono…i sindacati: “Fate vedere la partita ai lavoratori!”

(Getty Images)

Quando gioca la propria nazionale, la maggior parte della popolazione si piazza davanti al teleschermo a sostenere la squadra. Ma che succede se si gioca in pieno pomeriggio di giorno feriale? Basta chiedere agli inglesi...

Redazione Il Posticipo

I grandi eventi sportivi come gli Europei sono un momento di aggregazione nazionale e in situazioni normali (cioè che non includano una pandemia come questa edizione) prevedono raduni di massa allo stadio e fuori, con tantissime persone che si ritrovano per assistere alle partite davanti a un maxischermo o nel giardino di casa di qualcuno. La questione Covid-19 ha un po' smorzato questo modo di vivere l'evento, ma quel che è certo è che quando gioca la propria nazionale, la maggior parte della popolazione si piazzerà davanti al teleschermo a sostenere la squadra. Ma che succede se si gioca in pieno pomeriggio di giorno feriale? Basta chiedere agli inglesi, che si stanno ponendo questo problema.

ORE 17 - La sentitissima partita con la Germania, grande rivale dei Tre Leoni (anche se non ricambia, come ha spiegato Hamann), sarà a Wembley e l'aumento della capienza rispetto a quella prevista nella fase a gironi farà sì che almeno 40mila tifosi potranno sedersi sulle tribune dell'ex Imperial Stadium. Per tutti gli altri c'è la Tv, se non fosse che l'orario non aiuta granchè: al fuso di Londra, si giocherà alle 17, quando non tutti hanno finito di lavorare. E quindi che si fa? Entrano in scena...i sindacati. Anzi, la TUC, Trade Union Congress, la confederazione sindacale di Sua Maestà. Che, come riporta il Daily Mirror, ha chiesto alle aziende di dare qualche ora libera ai lavoratori per vedersi in santa pace la partita dell'Inghilterra.

 (Photo by Laurence Griffiths/Getty Images)

FLESSIBILITÁ - Il segretario confederale Frances O'Grady ha infatti chiesto una certa flessibilità ai datori di lavoro: "I dirigenti dovrebbero parlare con i lavoratori e cercare di fare in modo che chi vuole guardare la partita possa farlo, a casa o al lavoro. Le ore perse poi si possono recuperare successivamente. Che si tratti di un grande evento come gli Europei, di un appuntamento dal medico o di dover andare a prendere i bambini a scuola, un po' di flessibilità sul lavoro rende tutti più felici. Anzi, riduce l'assenteismo e aumenta la produttività". Insomma, chi potrà vedere il match poi sarà più felice di tornare al lavoro. Sempre che una vittoria dei Tre Leoni sulla Germania non porti a qualche pinta di troppo. A quel punto, riprendere le proprie mansioni potrebbe essere un pelino più complicato!