europei 2021

Gruppetti, spogliatoi spaccati e vittorie: la Francia agli Europei dimostra che non sempre l’equazione riesce

Si dice che uno spogliatoio per essere "vivo" debba anche litigare. In un certo senso la storia lo conferma, ma non è detto che l'equazione riesca sempre. La Francia ne è l'ultima dimostrazione...

Redazione Il Posticipo

PARIS, FRANCE - MARCH 24: Didier Deschamps, Head Coach of France looks dejected following the FIFA World Cup 2022 Qatar qualifying match between France and Ukraine on March 24, 2021 in Paris, France. Sporting stadiums around France remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Aurelien Meunier/Getty Images)

Spogliatoio spaccato, spogliatoio vincente? Non è detto. E la Francia avrebbe dovuto fare attenzione da questo punto di vista, perchè gli screzi tra Giroud e Mbappè sono stati solo l'inizio di un domino pericoloso, terminato con la madre di Rabiot intenta a insultare i genitori dell'attaccante del PSG e la madre di Pogba. A creare problemi sembrava dovesse essere il ritorno di Benzema, ma evidentemente Deschamps si è trovato sotto mano diverse altre gatte da pelare. E l'eliminazione contro la Svizzera dimostra che non ci è riuscito, anzi. Ma del resto, nel calcio l'equazione tra gruppo caldo e trofei in bacheca, non è poi così esatta. E lo dimostrano tanti altri casi...