Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

europei 2021

Anche gli inglesi (in quel momento in svantaggio)…si sono lamentati: “Il gol della Danimarca era irregolare”

LONDON, ENGLAND - JULY 07: Declan Rice, John Stones, Harry Maguire and Harry Kane of England fail to stop a goal scored by Mikkel Damsgaard of Denmark from a free kick during the UEFA Euro 2020 Championship Semi-final match between England and Denmark at Wembley Stadium on July 07, 2021 in London, England. (Photo by Laurence Griffiths/Getty Images)

Già prima del pareggio con autogol di Kjaer, in Inghilterra qualcuno riscontrato una irregolarità sul gol danese. Come può un calcio di punizione non essere a norma di regolamento? Semplice, colpa della barriera. E non di quella inglese.

Redazione Il Posticipo

Insomma, il calcio a casa ci torna oppure no? Per saperlo bisognerà aspettare la partita di Wembley, dove i padroni di casa dell'Inghilterra si giocano il loro primo titolo europeo contro l'Italia, che il suo unico alloro continentale lo ha vinto nel 1968. Ma nel frattempo, per occupare il tempo brevissimo eppure infinito che separa dalla finalissima dell'ex Imperial Stadium, meglio fare un po' di polemica. La semifinale vinta dagli inglesi qualche spunto lo offre, come il calcio di rigore abbastanza dubbio assegnato per fallo su Sterling oppure la presenza di due palloni in campo avvistata da più di qualche osservatore durante l'azione poi terminata con la concessione del penalty. Ma anche i sudditi di Sua Maestà hanno di che lamentarsi.

PUNIZIONE - Vero, tutto è bene quel che (almeno dal punto di vista dei Tre Leoni) finisce bene, ma se proprio si vuole cercare il pelo nell'uovo, gli inglesi sono pronti a contribuire. E quindi già prima del pareggio con autogol di Kjaer, più di qualcuno ha riscontrato una irregolarità sul gol danese. Come può un calcio di punizione (tra l'altro tirato in maniera pressochè perfetta da Damsgaard) non essere a norma di regolamento? Semplice, colpa della barriera. E non di quella inglese, che era abbastanza a distanza per permettere al doriano di scavalcarla, ma di quella composta dai giocatori della Danimarca. Che, secondo le nuove regole, sono troppo vicini agli avversari al momento del tiro del centrocampista.

TROPPO VICINI - E quindi, come riporta Sportbible, i primi a lamentarsi, da punto di vista cronologico, sono stati proprio gli inglesi, ripostando la norma. "Laddove tre o più calciatori della squadra difendente formino una “barriera”, tutti i calciatori della squadra attaccante devono rimanere ad almeno un metro dalla “barriera” fino a che il pallone non sia in gioco", dice la nuova interpretazione della regola 13, quella sui calci di punizione. Ma le immagini mostrano che i tre danesi si posizionano davanti a Pickford e accanto agli avversari quando Damsgaard non ha ancora tirato. "Quindi questo significa che il gol danese non era valido", chiosa qualcuno su Twitter. Chissà, fosse finita diversamente, forse la polemica del giorno sarebbe stata questa...