calcio

Zona… Azzurra: i gol nel finale ai Mondiali sono un’abitudine!

Redazione Il Posticipo

Un altro gol importantissimo del mondiale del 2006 è quello che ha portato l'Italia in finale. Italia-Germania, novantesimo. Zero a zero. Si va ai supplementari e, tra l'altro,  al 118', si teme di andare ai rigori. Se non che, sugli sviluppi di un calcio d'angolo in attacco, con la solita maestria, Pirlo intercetta un pallone respinto, due finte e poi il filtrante in area, vertice destro. Fabio Grosso, di prima, senza pensare troppo, tira. Pesca una traiettoria sul secondo palo e segna. Partita chiusa. O forse. Perché un minuto dopo, Cannavaro, approfitta di uno stop sbagliato e consegna la palla a Totti; un lancio dei suoi e Iaquinta è quasi solo davanti al portiere. Sorprende tutti, anche se stesso e pesca Del Piero con un filtrante alle sue spalle. Neanche a dirlo, piattone, secondo palo, toglie la ragnatela. 120'. Si va a Berlino.

Potresti esserti perso