Zlatan acquista parte dell’Hammarby e… il tradimento è servito: “Via la sua statua da Malmö!”

Zlatan acquista parte dell’Hammarby e… il tradimento è servito: “Via la sua statua da Malmö!”

Tutti vogliono acquistare Zlatan Ibrahimovic. Ma siccome il Colosso di Malmö fa un po’ quel che vuole, alla fine succede anche che sia lui ad acquistare un club. L’attaccante è ora proprietario di parte delle quote dell’Hammarby, ma è un po’ come se una bandiera dell’Inter…fosse entrata nella Juventus!

di Redazione Il Posticipo

E il tradimento è servito. Tutti vogliono acquistare Zlatan Ibrahimovic. Ma siccome il Colosso di Malmö fa un po’ quel che vuole, alla fine succede anche che sia lui ad acquistare un club. Come confermato dalle indiscrezioni della giornata di martedì, in cui sembrava che lo svedese potesse tornare in Svezia a giocare con l’Hammarby, alla fine era tutta una questione calcistica, ma extracampo. L’attaccante è ora proprietario di parte delle quote del club, come conferma la stessa società con un comunicato sul suo sito ufficiale. Il calciatore Ibra, insomma, è ancora libero e può firmare con chiunque. L’investitore, invece, ha una nuova squadra del cuore.

COMUNICATO – L’Hammarby annuncia con un certo orgoglio la cessione di parte delle quote di AEG allo svedese, che a sua volta ha rilasciato una breve dichiarazione all’interno del comunicato. “L’Hammarby è un club fantastico, con sostenitori appassionati ed è molto rispettato sia a Stoccolma che in Svezia. Mi sono sempre piaciuti il ​​club e i tifosi, sono rimasto impressionato da ciò che il club ha fatto negli ultimi anni, sia dentro che fuori dal campo. Poter diventare parte dell’Hammarby e aiutarlo a crescere è divertente ed emozionante”. Queste le parole di Ibra, destinate, come sempre a creare un caso, vista la grande rivalità tra il suo nuovo club e quello che lo ha fatto diventare un calciatore.

REAZIONI – Già, perchè in fondo Ibra è nato a Malmö, che di recente gli ha addirittura dedicato una statua, ed è cresciuto nella società dello Skane. E volendo fare un paragone che ci sta tutto, visto il suo passato, è come se una bandiera dell’Inter decidesse di acquistare delle quote della Juventus. Un tradimento in piena regola, che non sta andando giù a quelli che da vent’anni sono suoi (ex?) tifosi. E qualcuno sui social si fa sentire: “Sapevamo che Zlatan era un fallito come uomo d’affari, ma questo tocca nuovi picchi di imbarazzo”, spiega un sostenitore del Malmö. E c’è chi già chiede la rimozione della statua, stile…Saddam Hussein: “Per chi si chiedeva se fosse giusto metterla fuori dallo stadio del Malmö, ecco la risposta: NO”. Come sempre, Zlatan attira l’attenzione. Non che non fosse prevedibile.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy