Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Ziyech senza limiti: “Adesso andiamo il più avanti possibile”

GETAFTE, SPAIN - FEBRUARY 20: Hakim Ziyech of Ajax during the UEFA Europa League   match between Getafe v Ajax at the Coliseum Alfonso Perez on February 20, 2020 in Getafte Spain (Photo by David S. Bustamante/Soccrates/Getty Images)

Ziyech ha interrotto il proprio digiuno. E adesso non si pone limiti.

Redazione Il Posticipo

In estate, il Chelsea si è reso protagonista di una campagna acquisti dispendiosa. Per puntellare la rosa, Abranovich non ha badato, come consuetudine, a spese. I risultati però stentavano ad arrivare. Anche per Hakim Ziyech. Il nazionale marocchino, uno dei fiori all'occhiello del mercato, ha finalmente segnato il suo primo gol in Champions League con i blues nella fase a eliminazione diretta. Ed adesso non si pone limiti.

SOLLEVATO - Ziyech si è fatto attendere prima di timbrare il cartellino nell'Europa che conta. D'accordo, non è esattamente uno spacca porte. Le specialità della casa sono comunque altre: tiro da fuori, calcio da fermo e assist. Con la maglia dell'Ajax, tuttavia, aveva segnato sempre molto. In Inghilterra, però, si era improvvisamente inaridito. Il suo ultimo gol stagionale era arrivato il 31 ottobre contro il Burnley in campionato mentre in Champions, l'ultimo l'aveva segnato il 28 ottobre, 3 giorni prima, in Russia contro il Krasnodar. In un'intervista al sito ufficiale il ragazzo esprime la propria soddisfazione: "È stato un gol importante e l'ho dovuto aspettare a lungo, è sempre una bella sensazione quando si trova la via della rete. Specialmente se poi è quella che sblocca la partita". E non solo. "Ammetto di sentirmi sollevato".

 BRIGHTON, ENGLAND - AUGUST 29: Hakim Ziyech of Chelsea receives treatment during the pre-season friendly match at Amex Stadium on August 29, 2020 in Brighton, England. A limited number of spectators will be in attendance as covid 19 pandemic restrictions are eased. (Photo by Steve Bardens/Getty Images)

PROSPETTIVA - Interrotto, dunque, il digiuno. Anche se Tuchel gli chiede altro. Nella nuova gestione, lui e Havertz sono chiamati a un lavoro diverso: lanciare Werner negli spazi. "Stiamo raggiungendo una buona intesa. Conosciamo bene le sue caratteristiche: è molto veloce e l'abbiamo innescato al meglio in questa partita. È una vittoria importante che a noi ha dato autostima. E credo abbia reso felici tutti i tifosi del Chelsea". Adesso non ci si pone limiti: "In Champions League non si sa mai cosa può succedere. Noi dobbiamo solo pensare a dare il massimo in ogni partita che giochiamo. Vedremo sino a che punto potremo spingerci.

Potresti esserti perso