Zidane, sconfitta amarissima e sentimenti contrastanti: “Cose che capitano, ma ora è un casino. Hazard? Non ho buone sensazioni”

Zidane, sconfitta amarissima e sentimenti contrastanti: “Cose che capitano, ma ora è un casino. Hazard? Non ho buone sensazioni”

In una settimana il Real Madrid riesce a sprecare un vantaggio di tre punti sul Barcellona e si ritrova allo scontro diretto partendo da -2 in classifica. Zidane però è sereno…o almeno vuole sembrarlo. Ma le condizioni del belga preoccupano…

di Redazione Il Posticipo

Real Madrid, una sconfitta amarissima. Nessuno, alla Casa Blanca, avrebbe mai immaginato di giocarsi il Clasico con due punti di svantaggio rispetto al Barcellona. Invece un pareggio e una sconfitta nelle ultime due partite permettono alla squadra di Quique Setien di operare il clamoroso sorpasso. Dopo la sconfitta (1-0) maturata in casa del Levante, Zidane affronterà il match decisivo partendo da -2. Solo due settimane fa era a +3. Il calcio è strano. Anzi, incasinato, come sostiene lo stesso Zizou. Forse per questo il tecnico del Real Madrid non è preoccupato, anche se non nasconde di essere parecchio amareggiato.

AMAREGGIATO – Il tecnico francese analizza il match. Le sue parole sono riportate da AS: “Abbiamo perso e non abbiamo fatto la cosa che nel calcio è la più importante: segnare. Loro sono arrivati ​​una volta al tiro ed hanno fatto gol. Il calcio è così, è un casino, in due partite abbiamo perso cinque punti. Ma non sono per nulla preoccupato, a volte capitano certe strisce, positive o negative che siano. In questo caso sono risultati negativi, ma non dobbiamo abbassare le braccia per quello che è successo in due partite. Dobbiamo continuare perché possiamo andare avanti con forza, coraggio e energia”.

INFASTIDITO – Più facile a dirsi che a farsi. E Zidane è certamente preoccupato per le condizioni di Hazard, colpito sulla caviglia infortunata. “Non mi sembra una buona situazione. Le impressioni sono negative, è capitato sulla caviglia che era già dolorante”. Adesso City e Clasico. Tutto in una settimana, stagione e chissà, futuro sulla panchina del Real. “Conosciamo già l’importanza dei due impegni che ci aspettano. E già prima di questi risultati sapevamo che dovevamo vincere entrambe le partite. Faremo tutto il possibile per riuscirci. Siamo tutti infastiditi perché è una sconfitta che non ci piace, ma il calcio in tre giorni ci darà un’altra possibilità”. O un’altra delusione, questo resta da vedere…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy