Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Zidane: “Non parlo di Superlega, non regalo titoli ai giornali. Sono situazioni che riguardano la dirigenza”

MADRID, SPAIN - DECEMBER 09: Zinedine Zidane, head coach of Real Madrid reacts during the UEFA Champions League Group B stage match between Real Madrid and Borussia Moenchengladbach at Estadio Alfredo di Stefano on December 09, 2020 in Madrid, Spain. Sporting stadiums around Spain remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Denis Doyle/Getty Images)

Il Real Madrid si prepara alla sfida con il Cadice

Redazione Il Posticipo

Il Real Madrid torna in campo dopo le dichiarazioni di di Florentino Perez che hanno generato ulteriori discussioni intorno alla Superlega. Polemiche da cui Zidane preferisce stare alla larga. Le sue parole sono riprese da Bernabeu Digital.

SUPERLEGA  - Inevitabile la domanda sulla formazione della Superlega Europea. Zidane non vuole essere messo in mezzo a polemiche. "Non ho una opinione né posso darla perché il mio lavoro è quello di ragionare su una partita per volta e non al futuro. Potrei dare la mia opinione, ma servirebbe solo per regalare un titolo ai giornali. Preferisco pensare solo al Cadice. Non abbiamo parlato neanche della possibile sanzione della UEFA. Sono tutte questioni che riguardano la dirigenza. Sono assolutamente concentrato sulla partita. Non sono qui per parlare d'altro".

TOUR DE FORCE - Tornando al campo, il Real Madrid è atteso da un tour de force. "Siamo un po' in difficoltà fisica ma non siamo al limite delle forze. Non ci saranno Kroos e Hazard,  E credo che con tutto quello che sia successo in questa stagione è un grande risultato. Non ci fermeremo proprio adesso, anzi lavoreremo di più. Il motore del gruppo è proprio la consapevolezza di dover trarre il massimo da una situazione difficile. Come la sfida contro il Cadice. Però andiamo avanti per la nostra strada e facciamo punti".

CHAMPIONS - In ogni caso senza la Liga ci sarebbe ancora una Champions da vincere. E forse darebbe più gioia. "Non sono d'accordo. Sono passati otto mesi da quando abbiamo vinto e sembrava che i giocatori non valessero nulla. Siamo in corsa su tutti i fronti, ci piace competere e lotteremo sino all'ultima giornata e per giocarci la finale di Champions. La concorrenza non ci spaventa, anzi ci stimola a fare sempre il massimo. Si parla sempre di limite, ma superare il limite è esattamente quello che vogliamo perché quando giochi al limite puoi fare di più".

MBAPPE' - C'è tempo anche di pensare al mercato. In particolare Mbappé. Il nome del francese è sempre più caldo nelle ultime ore, specialmente dopo l'ennesimo rinvio sul rinnovo del contratto. Zidane ci scherza su: "L'ho chiesto al presidente mi ha detto di stare calmo" con un sorriso che lascia aperta l'interpretazione. Resta da capire quale accezione di calmo sia. Se di fiduciosa attesa o di non esagerare con le pretese.