Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Zidane non è già al PSG…per colpa del sorteggio: il francese non voleva affrontare il Real in Champions!

Zidane non è già al PSG…per colpa del sorteggio: il francese non voleva affrontare il Real in Champions!

Il futuro di Zinedine Zidane potrebbe essere legato alla Francia. Di lui si parla in ottica nazionale una volta terminato il mondiale, ma anche e soprattutto per quanto riguarda il Paris Saint-Germain. E al riguardo arrivano rivelazioni...

Redazione Il Posticipo

Il futuro di Zinedine Zidane potrebbe essere legato alla Francia. Dopo la doppia esperienza vincente al Real Madrid, il tecnico transalpino si è preso un periodo sabbatico, in cui decidere cosa fare della propria carriera. Le voci riguardo un suo ritorno in panchina sono sempre moltissime e quando una big ha bisogno di un nuovo allenatore è facile vedere spuntare il nome di Zizou. È successo con il Manchester United, con la Juventus prima del ritorno di Allegri, di lui si parla in ottica nazionale francese una volta terminato il mondiale, ma anche e soprattutto per quanto riguarda il Paris Saint-Germain. E al riguardo arrivano rivelazioni interessanti…

SORTEGGIO - Julien Maynard, celebre giornalista di Telefoot, ha spiegato che Zidane sarebbe già dovuto essere il tecnico della squadra parigina, ma poi il destino ci ha messo lo zampino. Cosa ha prodotto lo stop alla sostituzione di Pochettino? Semplice, il sorteggio degli ottavi di finale di Champions League. Il fatto che il Paris Saint-Germain sia stato sorteggiato proprio contro il Real Madrid ha causato una brusca frenata nella trattativa, poiché Zidane non è così intenzionato ad affrontare la squadra che gli ha dato la prima possibilità in panchina e con cui ha vinto tre volte la massima competizione continentale. E a Parigi forse si maledice la ripetizione delle estrazioni, perchè nel primo sorteggio, poi invalidato, il Real avrebbe affrontato il Benfica e non il PSG...

FUTURO - In ogni caso, se agli ottavi dovesse arrivare una sconfitta dei francesi contro la banda Ancelotti, la sostituzione dell'argentino con il campione del mondo 1998 sarà praticamente inevitabile. Voci che scuotono l'ambiente e che, poco sorprendentemente, escono fuori dopo l'eliminazione del Paris Saint-Germain dalla Coppa di Francia per mano del Nizza. Con la sconfitta ai calci di rigore, Pochettino ha già fallito il primo obiettivo stagionale. In Ligue 1 non dovrebbero esserci problemi, visto che la sua squadra è in netto vantaggio rispetto alle concorrenti e dovrebbe portare a casa il titolo con una certa facilità. Ma un fallimento in Champions League, l'ennesimo della gestione del fondo qatariota, potrebbe portare a un'altra rivoluzione. Non che dalle parti di Parigi, in fondo, non siano abituati…