Zidane mette in chiaro le cose: “Se non c’e sostegno della società, meglio andarsene”

Zidane mette in chiaro le cose: “Se non c’e sostegno della società, meglio andarsene”

Non è un ottimo momento per il Real Madrid. E persino Zinedine Zidane, l’uomo delle tre Champions consecutive, non è poi così sicuro di riuscire a mantenere salda una panchina che, non è una novità, brucia. In conferenza, il francese però risponde a tono alle voci…

di Redazione Il Posticipo

Non è un ottimo momento per il Real Madrid. E persino Zinedine Zidane, l’uomo delle tre Champions consecutive, non è poi così sicuro di riuscire a mantenere salda una panchina che, non è una novità, brucia. La sconfitta nella prima partita del girone contro il Paris Saint-Germain ha lasciato il segno, soprattutto nella tifoseria. Di conseguenza, sono cominciate a circolare le solite voci. Solite per il Real, non certo per il francese, che non è proprio abituato a vedere messo in dubbio il suo lavoro.

APPOGGIO – E come riporta Mundo Deportivo, il tecnico ha messo in chiaro le cose nella conferenza che precede la partita contro il Siviglia. Finché c’è il supporto della società e della squadra, si può continuare. “La forza è avere l’appoggio di tutte le persone che lavorano all’interno. Se non è così, meglio andarsene”.  Un messaggio abbastanza chiaro a Florentino Perez, che molte testate spagnole danno già alla ricerca di un sostituto del francese. E il nome di Mourinho, ovviamente, non può mancare. A tal proposito, qualcuno chiede a Zizou se le voci sul portoghese gli stanno dando fastidio. “No, la situazione qui è quella che è, appena si perde una partita tutti vogliono subito cambiare tutto. Ecco perché penso a quella di domani”.

DOMANDE – Ma se l’appoggio della società è fondamentale, meglio cercare di capire se effettivamente alla Casa Blanca questo appoggio c’è. E molto dipenderà dai risultati. “Dal di fuori l’impressione è quella. Da dentro noi stiamo lavorando per migliorare le cose”. E poi zizou non risponde a chi gli chiede se in estate ha rinunciato a Van de Beek ed Eriksen. Di mercato, il francese non vuole parlare. “Altrimenti ricominciano a chiedermi di Pogba”. Ma vista la situazione, forse sarebbe anche meglio!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy