Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Zidane, altri problemi: Jovic, già tre gol in meno di una partita…

MILAN, ITALY - MARCH 14:  Luka Jovic of Eintracht Frankfurt scores the opening goal during the UEFA Europa League Round of 16 Second Leg match between FC Internazionale and Eintracht Frankfurt at San Siro on March 14, 2019 in Milan, Italy.  (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

A Madrid, per la maggior parte del tempo, si è polemizzato sul costo del cartellino di Jovic e su molto altro. Ora è tornato a Francoforte e... ha segnato 3 gol in due partite. Colpa di Zidane?

Redazione Il Posticipo

Luka Jovic è un attaccante completo. Le caratteristiche del calciatore sono note: sa utilizzare il fisico, tenere palla e far salire la squadra ed ha anche delle doti tecniche che gli permettono di lavorare con e per i compagni anche da regista offensivo oltre che da finalizzatore. Insomma, difficile trovare così tante qualità in un calciatore, per giunta giovanissimo. Eppure, nella sua stagione e mezza nel Real Madrid, Jovic era rimasto... a Francoforte. E quando è tornato si è immediatamente ritrovato. Tre gol in meno di 180'.

IL RISVEGLIO - L'attaccante serbo del Real Madrid, tornato in prestito in Germania, ha fatto il suo secondo esordio in campionato il 17 gennaio subentrando al centrocampista Erik Durm nella sfida contro lo Shalcke 04. Quando Jovic mette piede in campo è il 62'; passano 10 minuti esatti e il ragazzo torna al gol con la maglia dell'Eintracht Francoforte. E concede anche il  bis al 91'. La settimana successiva, contro il Friburgo, il giocatore viene rischierato al 66' ma non contribuisce al 2-2 finale.

 (Photo by Francois Nel/Getty Images)

3 - Passano solo tre giorni e si torna in campo. L'avversario di giornata è l'Arminia Bielefeld e mister Hütter preferisce far cominciare il centravanti ancora dalla panchina, di nuovo. Passata l'ora di gioco, è il turno di Jovic. Questa volta il giocatore entra al 66'. E questa volta il ragazzo impiega anche meno di 10 minuti per ripagare la fiducia.  Al 75' Jovic firma il definitivo 1-5 contro la squadra neopromossa. In totale: tre gol nei 76' giocati in 3 ì

ZIDANE - Quanto basta per iniziare a farsi sorgere dei dubbi. Specialmente alla Casa Blanca dove la posizione di Zidane è molto meno solida. E considerando il rendimento di Kubo, Hakimi, Theo Hernandez, inizia a farsi largo l'ipotesi, sostenuta anche dai numeri, che il tecnico non abbia saputo intuire e sfruttare appieno le potenzialità della rosa. Uno dei tanti capi d'accusa che pendono sulla panchina del tecnico francese. Altrettanto innegabile, però, che Jovic è apparso come un corpo estraneo: l'unica certezza è che l'aria... di casa ha fatto benissimo all'attaccante.