Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Zenga: “Mi piacerebbe restare, se me lo merito, continuerò”

Cagliari un po' impreciso. Solo un pari con il Lecce.

Redazione Il Posticipo

Cagliari piuttosto sprecone. Solo un pareggio contro il Lecce in una sfida che allontana i sardi dall'Europa. Zenga analizza la sfida ai microfoni di Sky Sport. 1oo partite in Serie A. "Ho girato il mondo allenando in posti non esattamente a cinque stelle è affascinante. Ho fatto un errore clamoroso, andare via da Catania. Però indietro non si torna a fare esperienza".

BRILLANTI  - La squadra appare un po' stanca. "Loro hanno avuto più occasioni, ma siamo stati poco brillanti in area di rigore e quando dovevamo mettere la palla nel modo giusto. Il Lecce ha avuto occasioni più evidenti, ma lo 0-0 poteva essere serenamente un 2-2. Abbiamo cercato di vincere la partita anche rischiando, ci sta concedere qualcosa ma succede perché attacchi anche tanto. Giocare a viso aperto è una scelta. Fa parte del nostro modo di giocare, cerchiamo di vincere sempre e comunque".

EQUILIBRIO - Traguardo europeo complicato, ma si può lavorare ancora e molto in prospettiva. "Siamo in un periodo particolare, è difficile mantenere sempre equilibrio per tutti i 90'. In un campionato "normale" utilizzerei qualche correttivo. Ovviamente più si va avanti più subentra la fatica e si commettono errori. Dobbiamo sfruttare le qualità che abbiamo nel modo giusto". Adesso si lavora in prospettiva. "A 60 anni mi sono aggiornato e mi piacerebbe continuare. Se me lo merito, continuerò".