calcio

Zappacosta: “Sto bene, voglio aiutare l’Atalanta, possiamo dire la nostra. Obiettivo? Più punti possibili”

Zappacosta vuole riprendersi l’Atalanta. L’esterno, sfruttando anche la sosta mondiale, si è definitivamente lasciato alle spalle l’infortunio al bicipite femorale che ha condizionato la prima parte della stagione. E in una...

Redazione Il Posticipo

Zappacosta vuole riprendersi l'Atalanta. L'esterno, sfruttando anche la sosta mondiale, si è definitivamente lasciato alle spalle l'infortunio al bicipite femorale che ha condizionato la prima parte della stagione. E in una intervista rilasciata all'Eco di Bergamo ha parlato delle sue aspettative in vista del 2023.

CONDIZIONI

—  

Inevitabile iniziare tracciando un bilancio sulle condizioni fisiche che hanno limitato l'apporto di Zappacosta. "uesto problema muscolare si è rivelato abbastanza noioso e complicato. Ho subito una operazione al ginocchio e devo assolutamente curare con attenzione il tono muscolare". Tutto è iniziato in questa estate. Mentre mi allenavo ho sentito un fastidio che non avrei mai immagino mi avesse lasciato in eredità così tanti fastidi. Devo ringraziare chi mi è stato vicino. E mi riferisco ai miei familiari, alla mia compagna e a tutto lo staff medico dell'Atalanta che mi ha dato una grossa mano".

Zappacosta: “Sto bene, voglio aiutare l’Atalanta, possiamo dire la nostra. Obiettivo? Più punti possibili”- immagine 1

PROSPETTIVE

—  

Con tutti gli scongiuri possibili, si può guardare al futuro con maggiore serenità. "Sto finalmente bene, sono pronto e voglio tornare ad aiutare la squadra a ottenere più punti possibile. Sto ritrovando, con l'accumulare dei minuti, ritmo ed intensità e ritengo di avere ancora dei margini di miglioramento. Purtroppo rientrare da un infortunio non è mai semplice. Adesso però voglio aiutare la squadra. L'Atalanta è tornata a fare punti, la squadra è tornata a dire la sua in campionato. Siamo in linea con gli obiettivi, fra le prime sei in campionato, in scia a delle rivali che sono molto forti. Non abbiamo ancora fissato un obiettivo preciso, vogliamo arrivare il più lontano possibile in tutte le competizioni, anche e soprattutto in Coppa Italia, sebbene vi sia la consapevolezza che ogni partita nasconda delle insidie. Quello che è successo con il Milan deve essere da esempio. Non diamo mai nulla per scontato".