Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Zapata innamorato della Dea: “Spero di rimanere all’Atalanta per molto tempo. In Champions possiamo toglierci soddisfazioni”

La macchina da gol dell'Atalanta ha una...pantera nel motore. Duvan Zapata, dopo anni a mostrare un potenziale mai del tutto espresso, ha riscoperto se stesso e la sua vena sotto porta con la maglia della Dea. E il colombiano del nerazzurro si è...

Redazione Il Posticipo

La macchina da gol dell'Atalanta ha una...pantera nel motore. Duvan Zapata, dopo anni a mostrare un potenziale mai del tutto espresso, ha riscoperto se stesso e la sua vena sotto porta con la maglia della Dea. L'attaccante colombiano classe 1991 ha numeri pazzeschi, nonostante gli infortuni non gli abbiano permesso di giocare tantissimo in stagione. In Serie A 15 presenze, 11 gol e 6 assist. Vale a dire, più di un contributo a match alle reti della squadra di Gasperini. In Champions sono arrivati "solo" un gol e un assist, ma al momento della ripresa delle ostilità, con l'Atalanta già qualificata ai quarti di finale, ci sarà modo di rifarsi.

ATALANTA - E Zapata del nerazzurro si è innamorato, come spiega ai microfoni di Sky. “Da quando sono arrivato all’Atlanta sto vivendo un qualcosa di speciale. Non ho mai avuto un periodo come questo in carriera e spero di poter restare qui per molto tempo ancora”. Per lui, che da quando è stato portato in Italia dal Napoli è passato anche per Udinese e Sampdoria, finalmente un posto dove sentirsi al massimo delle proprie possibilità. Anche grazie a una squadra speciale, capace di raggiungere la Champions e di giocarsela, perchè no, fino in fondo. “Non è stato facile arrivarci, ma l’accesso ai quarti che lo siamo guadagnato con merito. Adesso pensiamo di poter arrivare ancora più in altro, possiamo toglierci delle soddisfazioni”.

SOSTA - Ora però c'è la sosta forzata, causa coronavirus. Un problema per i calciatori, ma Zapata la prende con filosofia... “Non è facile mantenere una buona condizione, ma gli allenamenti che to svolgendo a casa posso essere d’aiuto. Spero che si possa tornare a giocare il prima possibile. Il ritorno in campo è una cosa che immagino da tanto tempo, sono ottimista e penso che tutto questo passerà, dobbiamo solo avere pazienza e restare a casa. Il campionato ripartirà quando si potrà giocare in sicurezza”. E quando si ripartirà, l'attaccante di Gasperini è pronto a graffiare di nuovo...