calcio

Zapata: “Dobbiamo essere più precisi in costruzione, c’è tanto da migliorare”

BERGAMO, ITALY - OCTOBER 27:  Duvan Zapata of Atalanta BC celebrates his second goal during the UEFA Champions League Group D stage match between Atalanta BC and Ajax Amsterdam at Gewiss Stadium on October 27, 2020 in Bergamo, Italy.  (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

Tre punti preziosissimi per la Dea. 

Redazione Il Posticipo

L'Atalanta soffre, rischia di andare sotto di un gol ma alla fine esce con i tre punti dall'Arechi con un guizzo di Zapata. Una partita caratterizzata dalle sliding doors. Prende quella giusta, il colombiano che stava per lasciare il campo al giovane Piccoli prima del gol che ha indirizzato la partita. Una fortuna che sia rimasto sul rettangolo di gioco. Giusto in tempo per sbloccarsi. Tre punti preziosissimi per la Dea. Il centravanti ha parlato a Sky Sport al termine della sfida.

GOL - Un gol atteso da quattro partite. Numeri non da Zapata. Gol comunque pesantissimo: "Ovviamente è un gol importante, secondo me la partita l'abbiamo fatto noi, anche se abbiamo incontrato un ottimo avversario. Nel primo tempo siamo stati un po' troppo imprecisi altrimenti saremmo già stati in vantaggio. Nel secondo tempo ci siamo detti di essere più attenti e siamo riusciti a passare anche se è stato un po' più complicato di quello che ci aspettavamo, complice la presenza di un avversario molto organizzato".

PROSPETTIVE - Resta da capire se a questa Atalanta si chieda troppo. O se è lecito attendersi una stagione ad altissimo livello come le precedenti. "Ancora c'è tanto da migliorare. Stiamo cercando di migliorare ogni partita, abbiamo ancora ampi margini di miglioramento specialmente se riusciamo a essere più lucidi negli ultimi metri. Se miglioriamo in fase di costruzione di gioco raccoglieremo presto i frutti e torneremo a segnare". A proposito di gol. I 100 sono a un passo, anzi due. "Sono a due gol da quota 100, un traguardo che mi rende orgoglioso. L'importante è che riesca però a vincere l'Atalanta, anche a costo di segnare qualche gol in meno. Muriel? Certo che mi manca, come a tutta la squadra, non vediamo l'ora che torni".